Occupazione in Sicilia, per la Cisl “Maglia nera a Palermo e Trapani”

0
13

Il leggero miglioramento dei dati dell’occupazione registrato in Sicilia non sfiora i territori di Palermo e Trapani. Se, infatti, a livello regionale nel 2016 crescono gli occupati del 2,6%, nelle due città si registra piuttosto una netta flessione: a Trapani -2% (la percentuale complessiva e’ del 42%), in misura minore a Palermo -0,4% (38% e’ il dato dell’occupazione).

Sono alcuni dei dati emersi nel corso del Consiglio generale Cisl Palermo-Trapani, che si tiene al Convento di Baida, al quale stanno partecipando i 105 delegati delle due province. Secondo i dati forniti dai Consulenti del Lavoro, la crescita in altre province e’ determinata prevalentemente dall’aumento delle donne, che invece hanno contribuito maggiormente alla flessione dell’occupazione a Trapani. “Restano non valorizzate le potenzialità dei nostri territori, per questo le nostre città faticano a risvegliarsi dalla crisi – ha affermato, aprendo i lavori, Daniela De Luca, segretario Cisl Palermo-Trapani -. Bisogna cogliere tutte le opportunità offerte dalle nuove misure nazionali come il Sostegno all’inclusione attiva e soprattutto i Patti per PALERMO e Trapani. Le infrastrutture e le grandi opere restano precondizione e chiave per il rilancio, ma e’ chiaro che non basta. Ciò che chiediamo da tempo e’ una vera politica della programmazione, di interventi mirati e strategici specifici per ogni realtà. Siamo pronti a discuterne con tutte le parti interessate, istituzioni, associazioni di categoria e industriali di ogni territorio”.