Operazione “Barbanera”, 14 fermi per immigrazione clandestina e sequestrati beni per 3 milioni di euro

0
270
mafia e le scommesse on line

I finanzieri del Comando Provinciale di Palermo, coordinati dalla Direzione Distrettuale Antimafia della Procura della Repubblica di Palermo, in collaborazione con personale dello Scico e dei Comandi Provinciali di Trapani e Agrigento, nonché del Reparto Operativo Aeronavale di Palermo e del Comando Operativo Aeronavale di Pratica di Mare, stanno eseguendo 14 provvedimenti di fermo di indiziato di delitto disposto dal P.M, nei confronti di italiani e stranieri appartenenti ad un sodalizio criminale dedito allo sfruttamento dell’immigrazione clandestina, al contrabbando di tabacchi lavorati e alla fittizia intestazione di beni e attività economiche.

Alcuni dei soggetti attinti dalle misure sono stati bloccati presso il porto di Palermo, agli ormeggi per l’imbarco su motonavi in partenza per la Tunisia, in un caso pronti a esportare illecitamente denaro contante, presunto provento delle attività delittuose, per oltre 30.000 euro. Contestualmente, è in corso di esecuzione il sequestro di 3 aziende operanti nel trapanese e riconducibili al promotore dell’organizzazione criminale (un ristorante, un cantiere nautico e una azienda agricola, oggetto del reimpiego degli illeciti proventi), nonché di diversi immobili, automezzi, due pescherecci, denaro contante e disponibilità finanziarie per un valore complessivo di oltre 3 milioni di euro.

“I lucrosi traffici hanno consentito al promotore dell’organizzazione criminale di accumulare ingenti capitali illeciti, reinvestiti in un’estesa azienda agricola di Marsala (Trapani), in un cantiere nautico di Mazara del Vallo (Trapani) e in un prestigioso ristorante della stessa città, tutti fittiziamente intestati a terze persone allo scopo di eludere le disposizioni di legge in materia di misure di prevenzione patrimoniali o di contrabbando”.

E’ quanto emerge dall’operazione denominata ‘Barbanera’ che all’alba di oggi ha portato al fermo di 14 persone, emesso dalla Procura di Palermo che ha sgominato un sodalizio criminale che organizzava traversate di immigrati irregolari dalla Tunisia.