Operazione Cuncuma, in carcere gli spacciatori del quartiere Capo di Palermo

0
15

Operazione Cuncuma, undici persone arrestate a Palermo nel popolare quartiere Capo. Le indagini dei militari dell’Arma hanno documentato oltre 150 cessioni di droga al giorno, con introiti che nell’arco di 24 ore arrivavano “a circa mille euro”.

Cocaina, crack, marijuana e hashish, come spiegato il maggiore Carmine Gebiola, comandante della Compagnia “Piazza Verdi” di Palermo,  le sostanze spacciate nello storico quartiere palermitano del Capo che sorge alle spalle del Palazzo di Giustizia e del Comando provinciale dell’Arma.

“L’indagine Cuncuma, che prende il nome dal termine utilizzato dallo scrittore Giuseppe Pitrè per indicare un’associazione di gente ‘non perbene’, ha consentito di stanare e di assicurare alla giustizia undici soggetti che, militarmente organizzati tra pusher e vedette, gestivano lo spaccio del Capo” – ha spiegato il maggiore dei carabinieri. La banda operava nello storico quartiere palermitano, epicentro dello spaccio piazza Beati Paoli.

In carcere sono finiti: Benito Miccichè (1986), Vincenzo Miccichè (1992), Emanuele Miccichè (1998), Mauro Miccichè (1999), Daniele Garofalo (1999), Cusimano Francesco Paolo (1979), Mario Presti (1991), Alessio Spina (1995), Davide Mirabile (1983). Hai domiciliari, è stato invece ristretto Edoardo La Mantia (1985).