Operazione Resilienza, la Palermo Calcio valuta di costituirsi parte civile

0
12
operazione resilienza

La società Palermo Calcio prende le distanze da “sedicenti ultras” coinvolti nell’operazione Resilienza condotta dai carabinieri. I rosanero in una nota condannano “duramente e incontrovertibilmente ogni condotta criminale, anche e ancor più ove collegata allo stadio ‘Renzo Barbera’ e alle attività della squadra, beni che concorrono a contraddistinguere la municipalità e la cittadinanza, portatori di valori sani quale quello della legalità”.

Per tale motivo la società FC Palermo ha già dato mandato ai propri legali di valutare la costituzione di parte civile “ed ogni utile iniziativa in tutte le sedi opportune”. Dall’indagine sono emerse le influenze della famiglia mafiosa di Borgo Vecchio nel dirimere liti sorte tra diversi gruppi ultras della curva rosanero.