Palazzo delle Aquile, Scarpinato (FdI): “Il Palermo deve avere il suo stadio”

0
179

“Approda domani a Sala delle Lapidi la delibera che riguarda la convenzione tra Comune e Palermo calcio, che deve perfezionare l’iscrizione il prossimo 27 luglio con l’inserimento dello stadio “Barbera” come sede delle gare casalinghe, e ancora attendiamo che l’amministrazione comunale fornisca gli atti completi con emendamenti e variazioni al testo, che in queste ore si sta definendo, per la valutazione e la successiva approvazione del Consiglio comunale”. Lo dice il capo gruppo di Fratelli d’Italia a palazzo delle Aquile Francesco Scarpinato a proposito dei ritardi legati alla concessione dello stadio comunale alla società rosanero.

“Più volte abbiamo richiamato la giunta Orlando che è rimasta sorda agli inviti mossi dai consiglieri di Sala delle Lapidi – aggiunge Scarpinato -. Durante l’ultima riunione della conferenza dei capigruppo ho chiesto di trattare con urgenza il tema della convenzione, ci sono tempi molto stretti e non possiamo penalizzare, per la mancanza di visione di questa amministrazione, la squadra di calcio a cui tutti noi siamo legati. Avremmo voluto avere in anticipo la proposta di delibera completa – prosegue – anche per capire perché si parla di una consegna parziale dello stadio “Barbera”.

“Fratelli d’Italia – sottolinea Francesco Scarpinato – vuole che il Palermo giochi allo stadio e non farà mancare la collaborazione nella trattazione della delibera che, ancora una volta come tante altre, arriva troppo tardi in seno al consiglio comunale. Anche i consiglieri di opposizione dimostreranno amore per la squadra rosanero e per la città che vuol vedere giocare allo stadio i propri beniamini, a differenza dei cronici ritardi e delle inadempienze della giunta Orlando”, conclude Scarpinato.