Palermo: alla scoperta del vintage con ExpoRetrò di Ninni Arcuri e i concerti. Foto

0
37

Si è aperta lunedì sera al Teatro Garibaldi di Palermo (via Castrofilippo, 30), con il concerto di musica brasiliana di Vicè Palermo ed Edimar Macedo Costa (Ass. Cult. Fala Brasil), la mostra ‘ExpoRetrò’, che vuole sposare vintage e retrò con oggetti, i più disparati, tutti originali e molto particolari: italiani e americani, dai flipper ai juke box, arredi in stile arboriano grazie anche a Caningam, telefoni in bachelite, macchine per scrivere, biciclette, fra le quali come non ricordare la mitica “Graziella” in versione tandem, un’icona degli anni Sessanta, simbolo dell’anticonformismo e dell’emancipazione femminile, modelli diventati oggi sinonimo di collezionismo e modernariato.

Una commistione tra oggetti vintage e retrò, frutto della grande collezione di Ninni Arcuri che ha al suo attivo oltre dieci mostre di grande successo, tra le quali quella intitolata Vintage  e realizzata nel 2014 al Loggiato San Bartolomeo a Palermo e che ha registrato la presenza di oltre 10.000 visitatori. La mostra è organizzata dall’Associazione AltroQuanto, in collaborazione con ImmaginArte e Officine Vintage Riunite, e la compartecipazione della Regione Siciliana Assessorato Turismo Sport e Spettacolo, grazie al bando sulla destagionalizzazione. Orari 10-23, concerti alle 21. L’ingresso al costo di € 5,00.

Una sezione della mostra è all’insegna degli “States” con pezzi originali americani; nella parte del vintage italiano una sezione sarà dedicata alla plastica con pezzi delle più autorevoli firme del design italiano che poi è diventato internazionale come Sottsass, Bellini, Sapper e Zanuso. La mostra oltre ad avere una valenza turistica, ne possiede una storica che ci aiuta a coltivare la memoria. Nello specifico, un’installazione murale di 100 orologi fermi sull’ora della strage di Piazza Fontana a Milano, proprio quest’anno che cade il cinquantesimo anniversario, sottolinea il messaggio di cui è intrisa l’intera mostra: quel tempo passato è sempre attuale.

Un piccolo spazio della mostra sarà dedicato all’industrial con la meccanica creativa costituita da pezzi meccanici che si trasformano in corpi illuminanti e stranezze. “La connotazione al vintage la dà la qualità, il fascino e l’oggetto iconico che negli anni è diventato un oggetto cult – spiega Ninni Arcuri, collezionista, regista e curatore dell’allestimento dell’esposizione – mentre con retrò qualifichiamo tutto ciò che in qualche modo è legato al passato e continua ad essere riprodotto. Abbiamo creato una esposizione suggestiva e la colonna sonora la faranno anche i concerti tematici della sera”.

Una parte del sottofondo musicale sarà tutta dal vivo: infatti, curiosi e visitatori potranno assistere ai concerti. Dopo l’apertura di lunedì sera con Vicè Palermo ed Edimar Macedo Costa, appuntamento la sera di Natale con i palermitani Mandreucci e Vella, in programma la sera di Natale, Zero40 band che farà un omaggio a Lucio Dalla la sera di Santo Stefano e a seguire dj set, Giada e i Sib la sera del 27 dicembre, l’orchestra Made in Sud il 28, Stefania Mulè e Manuk il 29, lunedì 30 chiuderanno, alle 21, Back Door Band e a seguire Joline e Stikazzi. Tutti i concerti cominciano alle 21.