Palermo: Angelo Niceta assolto dall’accusa di bancarotta fraudolenta

0
87
imprenditori niceta

Assolto dall’accusa di bancarotta fraudolenta Angelo Niceta, che per vent’anni ha gestito il punto vendita di via Roma dell’omonima catena di negozi per conto della ditta Onofrio Niceta snc, società fallita al centro di contenziosi. Il pm aveva chiesto la condanna a 5 anni di reclusione.

Angelo Niceta in passato è stato ammesso al programma di protezione quale testimone di giustizia per via delle sue dichiarazioni sulle frequentazioni della famiglia. Secondo i pm avrebbe distratto beni dalla cassa aziendale, mentre il suo legale, l’avvocato Ugo Forello, è riuscito a dimostrare che il suo assistito avrebbe fatto di tutto per non far fallire la società impegnando circa 950 mila euro.

La società, poi fallita, è divenuta motivo di conflitto per la famiglia Niceta. A comporre il collegio della quinta sezione i giudici Donatella Puleo (presidente), Ivana Vassallo e Paolo Magro. La società oggetto di conflitto è stata dichiarata fallita con sentenza emessa il 20 luglio 2012. Durante il processo durato circa 5 anni Michelangelo Niceta si era costituito parte civile e aveva chiesto un risarcimento danni. (ANSA)