Palermo: asili nido e scuole dell’infanzia comunali al via dal 7 settembre

0
17

Asili nido e scuole dell’infanzia, che interessano bambini di età compresa tra 0 e 6 anni, a Palermo, sono pronti per l’apertura il 7 settembre prossimo. Il Comune, di fronte all’emergenza post Covid, non vuol farsi trovare impreparato e da lunedì prossimo pubblicherà nel suo sito internet e nel portale della scuola le graduatorie degli ammessi, quelle che di solito venivano pubblicate a marzo.

“Abbiamo deciso di dare qualche certezza alla famiglie, non crediamo sia giusto lasciarle in attesa, contiamo di far ripartire i servizi delle nostre strutture già dal 7 settembre, anche se si attendono dal governo nazionale le linee guida e i protocolli sanitari che si dovranno rispettare”, dice l’assessora comunale alla scuola Giovanna Marano, che in mattinata ha incontrato i giornalisti nell’asilo ’Aquilone’.

I posti negli asili nido comunali sono complessivamente 870, mentre nelle altre sezioni della scuola dell’infanzia sono 780. Al momento i bambini confermati sono 441, i nuovi inserimenti saranno 405. Restano una ventina di posti ancora liberi con gli alunni che verranno pescati tra i 535 bimbi in lista d’attesa. Subito a scuola i riconfermati, mentre l’innesto dei nuovi ammessi, per garantire l’inserimento graduale nel rispetto delle norme, avverrà gradualmente nelle settimane successive. Le media è di 35-36 bambini per struttura con 8-9 educatori.

“Dopo sei mesi senza scuola, dobbiamo immaginare la possibilità di ricostruire la continuità educativa di cui i nostri bambini hanno bisogno – osserva Marano –Siamo davanti a una situazione inedita. Abbiamo bisogno di luoghi vissuti dove i bambini possano ritrovare la loro socialità. Sappiamo che nei nidi e con i bambini il distanziamento è impossibile, la strategia che intendiamo adottare – aggiunge – in attesa delle linee guida, sarà quella di tracciare le famiglie e gli educatori. Serve un patto di corresponsabilità per il rispetto delle regole. Spero che il criterio stabilito dai protocolli sanitari sia quello della temperatura: escludere i bambini con un po’ di raffreddore renderebbe impossibile per le famiglie accedere al servizio”.

Due fasce orarie per evitare forme di assembramento all’ingresso e all’uscita anche tra genitori: 7,30-13,30 e 8-14. “Verrà misurata la temperatura all’ingresso – continua Marano – si giocherà molto a lavare le manine.  Ma chiederemo a tutti di essere responsabili: la mia idea è non più un educatore ogni 5 bambini ma un gruppo unico. Vedremo cosa dice il governo a cui oltre alle linee guida chiediamo, in enorme ritardo, chiediamo nuovi strumenti, nuove risorse e deroghe per assumere tutte le educatrici che servono, almeno 12 supplenti. Il Covid è stato uno shock socio economico e i servizi 0-6 hanno la necessità di essere potenziati”, conclude. A Palermo i bambini nella fascia d’età 0-3 anni sono 22.497 bambini, nei nidi comunali c’è posto per 870 piccoli che vanno in 26 strutture, compreso il centro bambini e famiglie di via Alloro.