Palermo Calcio, il ds Faggiano: “Momento duro, ma lavoro De Zerbi pagherà”

0
21

I risultati sono sotto gli occhi di tutti ma fermarsi solo a quelli sarebbe sbagliato. Ecco perchè in casa Palermo, nonostante le quattro sconfitte di fila, c’è ancora ottimismo e, soprattutto, fiducia in Roberto De Zerbi. “Non siamo abbattuti, siamo positivi – assicura oggi in conferenza stampa il direttore sportivo rosanero Daniele Faggiano -. Sapevamo e sappiamo che dobbiamo soffrire. Non è un momento facile anche emotivamente ma dobbiamo essere uniti non come prima ma più di prima. Così possiamo arrivare ai risultati, col lavoro di De Zerbi. Il mio pensiero è il pensiero di tutti. Seguiamo tutti il mister. Non bisogna vedere solo il risultato”.

Secondo Faggiano, “possiamo giocarcela con tutti, grandi e meno grandi. Serve un’iniezione di fiducia, siamo convinti di quello che stiamo facendo. Sono abituato a mettere la faccia, sempre, e col lavoro noi arriveremo e ne siamo convinti, senza cercare alibi”. Bocca cucita sul mercato (“Non ne parlo fino al 31 dicembre”), il direttore sportivo del Palermo ammette che “i risultati non ci stanno aiutando, nemmeno numericamente” ma “la squadra ieri non ha reagito male. Dobbiamo essere – io per primo – convinti e positivi nell’atteggiamento. E anche più attenti”.

Faggiano non recrimina nemmeno quando si parla degli infortunati. “Mancano dei calciatori che nelle nostre idee sono dei titolari, bisogna stringere i denti, ma non e’ un alibi, non dobbiamo nemmeno cercarne, nessuno, dai calciatori a me passando per i magazzinieri. Questa squadra e’ fatta da uomini, anche chi non ha giocato ieri ha fatto capire che e’ con noi. E questo e’ fondamentale. Si sta lavorando anche sull’aspetto mentale, ieri anche dopo il 2-0 c’è stata una reazione che ha portato al gol”, sottolinea ancora Faggiano a proposito della sconfitta di Cagliari, e sul fatto che anche altre dirette concorrenti stentino replica: “Non guardo tanto cosa fanno gli altri, penso a quello che succede a casa mia. Iniziamo a fare risultati positivi coi denti”. Magari già a partire dalla prossima al “Barbera” contro il Milan di Montella, col Palermo ancora a caccia dei primi punti stagionali davanti al proprio pubblico. “Non sara’ facile e non fare punti in casa pesa a tutti, me per primo”.