Palermo Capitale italiana della Cultura 2018, Musumeci: “Dalla Regione 1 milione di euro”

0
271
sdr

“La Regione siciliana non sarà spettatrice, Palermo Capitale della Cultura è una straordinaria opportunità, una prova generale perché il turismo culturale non si inventa. Lo sforzo dell’Amministrazione comunale di Palermo sta a testimoniare come la nostra creatività, la nostra intraprendenza farà fronte a eventi che speravamo di poter avere e che abbiamo ottenuto alla fine di una grande competizione. Tutti i Comuni siciliani devono sentirsi capitali della cultura, Palermo è la sintesi di questa speranza e di questa ambizione. Affrontiamo con grande forza e grande serenità questa prova, in un anno difficile per tante altre ragioni”. Lo ha detto il presidente della Regione siciliana, Nello Musumeci, al Teatro Massimo, in occasione della cerimonia di apertura di Palermo Capitale italiana della Cultura 2018.

“La Regione ha deciso di istituire, a valere sul fondo per le autonomie – ha assicurato Nello Musumeci – un contributo di un milione di euro, oltre al milione riconosciuto dal bando, al Comune di Palermo e a tutti quei Comuni che nei prossimi anni dovessero conquistare titoli a livello nazionale e internazionale per una specifica caratteristica. Penso ai Borghi, a eventuali competizioni per il miglior Barocco, per il miglior paesaggio, per il miglior patto tradizione enogastronomica. Qui ci giochiamo la credibilità della nostra terra, tutto quello che potremo fare verrà fatto”, ha detto Nello Musumeci.

“Sono stato nella Valle dei Templi, mi dicevano che l’anno scorso hanno avuto 800 mila visitatori e ne erano contenti – ha aggiunto Nello Musumeci -. Ma può un angolo così straordinario accontentarsi di 800 mila visitatori? La Valle dei Templi dovrebbe averne milioni. In Sicilia non abbiamo l’ambizione di guardare oltre, ci accontentiamo. Questa voglia di dover coniugare la rassegnazione all’egocentrismo dobbiamo superarla. Matera è diventata importante perché la gente del luogo ha assunto piena consapevolezza della rinascita di quel luogo: questa è la scommessa che dobbiamo vincere ovunque in Sicilia”, ha proseguito Musumeci.

“Qui ci giochiamo la credibilità della nostra terra in una fase di grande competizione con grandi capitali europee – ha detto nello Musumeci -. E se vinciamo, vinciamo tutti. La Sicilia può accreditarsi come punto di riferimento nell’area euro-afro-asiatica. Palermo Capitale della Cultura 2018 è un evento in cui tutti i siciliani e non solo i palermitani devono riconoscersi come protagonisti”. (ph. massimiliano ferro)