Palermo: cardiologo dell’ospedale Ingrassia aggredito da parenti di una donna morta

0
213

I parenti di una donna di 80 anni, morta nel reparto di Cardiologia dell’ospedale Ingrassia di Palermo, hanno aggredito il medico di turno. E’ successo la notte scorsa. Il medico ha  dovuto far ricorso alle cure del pronto soccorso. “Solidarietà, supporto e massimo sostegno” sono state espressi al cardiologo dalla direzione aziendale dell’Asp di Palermo.

Il professionista di turno, in quel momento nel reparto, è stato aggredito verbalmente e poi spintonato al muro dopo che aveva comunicato il decesso della paziente ricoverata in terapia intensiva coronarica, per sopravvenute complicanze. E’ subito intervenuto il personale della vigilanza, ma è stato necessario l’intervento della polizia per riportare la calma.

“Pur comprendendo il dolore per la perdita di una familiare – sottolinea la direzione aziendale dell’Asp – è inaccettabile ogni forma di violenza verbale e, soprattutto, fisica nei confronti di chi esercita il proprio lavoro con scrupolo e professionalità. Siamo vicini al cardiologo che supporteremo in ogni sede competente”.