Palermo – Carpi, Iachini fa esordire Gilardino, Hiljemark a centrocampo

0
21

Dopo la querelle post mercato fra Iachini e Zamparini, fagocitata probabilmente anche a causa della pausa del campionato per agevolare le gare delle nazionali valide per qualificazioni agli Europei 2016, il Palermo torna domenica a giocare in casa contro il Carpi.

La gara, nonostante l’eccellente esordio sul piano dei risultati per i rosanero, è delicatissima proprio per evitare che un risultato poco soddisfacente finisca per alimentare nuovamente le fiamme della polemica fra mister e patron del club di viale del Fante. Grazie ai sei punti fino ad ora conquistati i tifosi non si sono fatti risucchiare dal vortice polemico di fine mercato, anzi, la tifoseria rosanero ha dato prova di grandissima maturità puntando lo sguardo soprattutto verso la neopromossa Carpi. Sui social network l’imperativo degli ultimi giorni è stato uno: battere gli emiliani per proseguire la corsa, mettere in cascina punti d’oro e a distanza un diretto avversario nella lotta salvezza. Osservazioni più che lucide da quella che dovrebbe essere la componente passionale del mondo rosanero: la tifoseria, rimasta anche abbastanza soddisfatta della campagna acquisti condotta dalla società.

L’errore più grosso, che Iachini non commetterà, è quello di sottovalutare il Carpi di Castori che non ha brillato all’esordio soprattutto a causa del calibro degli avversari di caratura sicuramente maggiore rispetto ai biancorossi, schiaffeggiati prima a Marassi dalla Sampdoria per 5-2 e poi beffati dall’Inter in casa con il risultato di 2-1 propiziato da un super Jovetic.

Saranno due le novità più importanti che il tecnico rosanero introdurrà nello scacchiere: Alberto Gilardino dal primo minuto, supportato da Franco Vazquez, ed Hiljemark a centrocampo al posto di Rigoni, la colonna della linea mediana rosanero che non si è praticamente allenato per tutta la settimana.

Per il resto vigerà il paradigma “squadra che vince non si cambia”: Sorrentino, animato dalla stessa passione e reattività delle prime due giornate, tornerà a difendere la porta con la fascia da capitano al braccio. Difesa a tre comandata da Pipo Gonzalez al centro, con El Kaoutari a sinistra ed il ritorno di Vitiello a destra in virtù della squalifica di Struna, espulso ad Udine. A centrocampo con Jajalo e Chochev ci sarà Hiljemark, sulle corsie laterali agiranno Rispoli a destra e Lazaar a sinistra. A completare lo scacchiere, come annunciato, il faro Vazquez e la torre Gilardino che torna in A dopo aver indossato la maglia della Fiorentina la passata stagione.

Sul fronte avversario, mister Castori ella conferenza prepartita ha caricato i propri ragazzi promettendo: “Prenderemo i primi punti del nostro campionato”, e scenderà in campo con lo stesso schema del Palermo: Brkic in porta, con Zaccardo – per l’ex terzino rosanero sarà l’esordio con la maglia biancorossa – Bubnjic e Gagliolo a completare il pacchetto di difesa. La linea mediana sarà formata al centro da Lollo, Bianco e Fedele con Letizia sulla fascia destra e Gabriel Silva a sinistra. In avanti ci saranno Matos e Wilczek, resterà fuori Marco Borriello, acquisto di punta “last minute” della società emiliana.