Palermo celebra Santa Rosalia, in 40mila in pellegrinaggio al Santuario

0
34

La città di Palermo celebra la sua Patrona, Santa Rosalia. Si tratta delle prima festa cui partecipa anche il nuovo arcivescovo, Corrado Lorefice. Nelle ultime 24 ore a partire dalla tradizionalissima “acchianata”, sono stati circa 40 mila i palermitani e i turisti che hanno raggiunto il Santuario di Santa Rosalia, grazie anche alla recente riapertura della strada vecchia grazie ai lavori eseguiti dal personale comunale e da quello delle partecipate dopo gli incendi dello scorso giugno. Si tratta di un vero e proprio record di visitatori e per l’occasione l’Amat ha rafforzato il servizio degli autobus da e per il Santuario, garantendo un servizio essenziale per tutte le iniziative.

“Palermo – ha detto il sindaco Leoluca Orlando – ha celebrato la festa della sua Patrona con l’identica devozione di sempre e con tantissimo entusiasmo. L’aver registrato un altissimo numero di cittadini diretti al Santuario insieme ai tantissimi turisti e’ la conferma del legame fortissimo tra Santa Rosalia e la nostra comunita’. E’ anche un grande atto di amore per quel Montepellegrino ferito dagli incendi e che tanto, anche grazie alla Santuzza e al suo Santuario e’ fortemente legato alla citta'”.

La ricorrenza di quest’anno coincide anche l’inaugurazione dell’Itinerarium Rosaliae che si snoda attraverso tre riserve naturali (Ficuzza, Serre della Pizzuta e Monte Pellegrino), il Parco dei Monti Sicani e 14 comuni, e che collega il santuario di Santa Rosalia ubicato a Monte Pellegrino, il promontorio che sovrasta Palermo, a l’Eremo di Santo Stefano di Quisquina. Questa mattina, al Santuario di Santa Rosalia, il sindaco Leoluca Orlando, insieme al presidente del consiglio comunale, Salvatore Orlando e a numerosi consiglieri comunali, ha accolto i primi tre pellegrini che hanno percorso tutto l’Itinerarium Rosaliae dall’eremo di Santo Stefano alla Quisquina.

“Questo percorso – ha commentato Leoluca Orlando – che ha tutto il fascino del famosissimo Cammino di Santiago, coniuga storia, cultura, tradizione e religione, nel nome di Santa Rosalia che tutti palermitani ricordano ogni giorno e non solo nel giorno della festa”. Tra ieri ed oggi a seguire le varie manifestazioni religiose legate alla festività di Santa Rosalia anche una troupe televisiva della BBC. “Questo – ha aggiunto Orlando – è la conferma non solo dell’internalizzazione della città di Palermo ma è anche conferma di vivere in un luogo ricco di tradizione, cultura e bellezze territoriali e monumentali”.