Palermo Classica: domenica la pianista bulgara Nadejda Tzanova e lunedì New Romance Song Book

0
38

 

Via anche al cartellone di concerti da camera nel cortile dello Steri, parte del programma del festival internazionale di Palermo Classica: domenica 30, alle 21,30 si inizia con un recital della giovane (ma già riconosciuta a livello internazionale) pianista bulgara Nadejda Tzanova, impegnata in sonate e studi di Haydn, Liszt, Prokofiev. Lunedì 31 si ritorna invece alla GAM per un concerto che parte dalle romanze e arriva alle moderne canzoni pop:“New Romance “Song Book” vede la Palermo Classica Chamber Orchestra unirsi all’Antonio Zarcone quartet. Voci, Ezio e Giuliana Di Liberto, e all’armonica di Giuseppe Milici.

Vecchia conoscenza di Palermo Classica, visto che ha già suonato nel cartellone invernale, la pianista bulgara Nadejda Tzanova affronterà la “Sonata per pianoforte in Lab Maggiore” di Haydn, un divertimento che alterna passaggi di scale brillanti e arpeggi sinuosi, passa dalla riflessione all’intimità e all’espressività dei movimenti.

Stile colmo di novità e di soluzioni pirotecniche domina l’ultimo studio dei dodici trascendentali per pianoforte, “Chasse Neige” di Liszt, una tormenta descritta da passaggi d’agilità tecnica e ricerca emotiva. Segue la rielaborazione pianistica del celebre quartetto “Bella figlia dell’amore” dal Rigoletto, e la lettura per solo pianoforte del Romeo and Juliet Before Parting” (prima del distacco), tratta dall’omonimo balletto “Op. 64” di Prokofiev. Chiude il concerto un’altra partitura, tra le più celebri del compositore russo, la “Sonata n.7 in Sib Maggiore Op. 83”. Biglietti: 12,50 euro, direttamente allo Steri

La pianista bulgara Nadejda Tzanova, ha iniziato a studiare a 5 anni alla Scuola delle Arti sotto la guida di Elena Yulianova. Nel 2005 si è iscritta all’Accademia Nazionale Musicale “P. Vladigerov” studiando con Stela Dimitrova – Maystorova e Iliya Chernaev.Cosnegue la laurea nel 2011 e si trasferisce al Conservatorio Reale di Bruxelles, con Boyan Vodenicharov. Finora alla pianista sono stati assegnati più di 20 premi e onorificenze tra cui tre Gran Premi e quattro “Primo premio” oltre a “Premi speciali” per i concorsi bulgari e internazionali.

giuseppe milici

Per il cartellone principale di Palermo Classica nel chiostro della Galleria d’Arte Moderna, il prossimo appuntamento in calendario sarà lunedì 31, alle 21,30, con una “scorribanda” fuori corso: ovvero “New Romance “Song Book” concerto vocale in cui la Palermo Classica Chamber Orchestra si unirà all’Antonio Zarcone quartet per affrontare alcune tra le più belle opere della musica moderna e pop, affidate alle voci di Ezio e Giuliana Di Liberto, e all’armonica di Giuseppe Milici. Ballate e romanze che si trasformano in moderne canzoni e colonne sonore che schiacciano spesso l’occhio al grande schermo. In scaletta infatti capolavori di Gershwin, Bacharach, Sinatra, Henry Mancini, colonne sonore dei Premi Oscar Ennio Morricone e Nicola Piovani, poi Bacalov, Domenico Modugno, Gino Paoli, Bruno Martino e Paolo Conte. Biglietti: 16/12 euro.

I prossimi concerti. Il 2 agosto, alle 21.30 allo Steri, il duo formato da Stefano Bezziccheri al piano e Danilo Rossi alla viola, affronterà pezzi di Hindemith, Ravel, Nanni e Piazzolla. Biglietti: 12,50 euro. Il 5 agosto, un’altra sortita, peraltro molto attesa, alla Galleria d’arte moderna: “Big Nightmare Music” con Igudesman & Joo accompagnati dalla Palermo Classica Symphony Orchestra, diretta da Joachim Jousse.

Aleksey Igudesman e Hyung-ki Joo sono due musicisti classici che hanno conquistato fama mondiale con i loro unici e divertenti show teatrali, una combinazione tra commedia, musica classica e cultura popolare. Biglietti: 35/24 euro. Il 6 agosto è la serata attesa del recital di Valentina Lisitsa che ha scelto di proporre musiche di Bach, Beethoven, Chopin, Mussorgsky (biglietti: 25/15 euro). Il 9 la pianista ucraina ritornerà alla GAM per unirsi alla Palermo Classica Symphony Orchestra diretta da Arman Tigranyan, e affrontare il “Piano Concerto No. 1 in B-flat minor, Op. 23 II parte” di Tchaikovsky e la “Symphony No. 1 in C minor, Op. 68” di Brahms. (Biglietti: 29/19 euro).

Biglietti. Tra 11 e 35 euro, per la GAM, a seconda del concerto e della tipologia di posto. Fuori abbonamento, “New Romance Song Book” e il recital di Valentina Lisitsa. Biglietti per lo Steri: 12,50 euro. Informazioni, prenotazioni e abbonamenti: 0917740969 | 968 – 389.6363777

Navetta: anche quest’anno Palermo Classica mette a disposizione degli abbonati una navetta gratuita a/r, per i soli concerti alla Galleria d’Arte Moderna, con partenza da piazza Croci e una fermata al Central Parking di via Mariano Stabile 10 dove è disponibile il parcheggio gratuito. Per chi acquista un singolo biglietto, il parcheggio costerà 2,50 euro, senza limiti di orario per la sola notte del concerto. Alla fine dello spettacolo, la navetta farà il percorso opposto.