Palermo: controlli dei vigili nella movida, tre persone denunciate, oltre 5mila euro di sanzioni

0
45
la movida della Vucciria

Movida palermitana sotto controllo da parte della Polizia municipale che ha denunciato tre persone, chiuso una discoteca abusiva, fatto scattare un sequestro per musica ad alto volume ed oltre 5.000 euro di sanzioni. I controlli notturni sono stati condotti in alcuni dei locali della movida, rispettivamente in via dell’Artigliere, in piazza Rivoluzione e piazza Sant’Euno.

Messo a punto dalla Polizia municipale un piano di accertamenti “per garantire il riposo notturno dei residenti e tutelare la sicurezza degli avventori all’interno delle attività, nonché verificare nei locali dediti alla somministrazione di bevande alcoliche, il rispetto delle disposizioni che impongono di detenere un “precursore” a disposizione dei clienti per il test alcolemico e di esporre le tabelle sugli effetti dell’assunzione di alcolici”.

Gli agenti che fanno parte del nucleo di controllo delle attività produttive, in prima battuta, hanno verificato eventuali violazioni ai sigilli di alcune attività di via Candelai e via Martoglio attualmente sotto sequestro, riscontrando il generale rispetto del provvedimento. In seguito, hanno compiuto i sopralluoghi: una locandina pubblicizzava una discoteca di via dell’Artigliere, arrivati sul posto, gli agenti hanno riscontrato che all’interno del locale era in corso una serata danzante con circa 100 persone presenti e la musica ad alto volume che procurava disturbo alla quiete pubblica.

“E’ stata riscontrata l’attività abusiva di discoteca e la totale mancanza dei requisiti di sicurezza previsti per i locali di pubblico spettacolo, oltre alla mancanza di certificazione antincendio e di agibilità e sorvegliabilità degli ambienti, le uscite di sicurezza erano bloccate con i lucchetti e nessuno dei dispositivi antincendio previsti dalla normativa vigente era presente – dicono i vigili urbani -. All’interno dei locali non erano esposte le tabelle degli orari di apertura e chiusura e le tabelle alcolemiche; inoltre non disponeva dell’apparecchio alcol test da mettere a disposizione degli avventori e un impianto pubblicitario era privo di autorizzazione. Accertato il grave pregiudizio per l’incolumità pubblica gli agenti hanno interrotto la serata danzante ed invitato le persone ad uscire dai locali per procedere al sequestro della discoteca”. Oltre alle sanzioni per un importo totale di circa 1.500 euro, il titolare è stato denunciato all’autorità giudiziaria per disturbo della quiete pubblica e le apparecchiature musicali, per diffusione di musica all’esterno, sono state anch’esse sequestrate.

In piazza Rivoluzione, denunciato il titolare di un pub per deturpazione di sito di interesse storico ed occupazione abusiva di circa 100 metri quadrati di suolo pubblico; in pratica quasi metà della piazza, risultava occupata con tavoli, sedie ed ombrelloni. Le sanzioni per un importo totale di oltre 2.700 euro sono state comminate per la presenza di una tenda solare ed un impianto pubblicitario, abusivi; per la mancanza di autorizzazioni sanitarie per la somministrazione di alimenti e bevande all’esterno del locale; per la mancata esposizione delle tabelle con gli orari di apertura e chiusura dei locali, delle tabelle alcolemiche e l’indisponibilità dell’apparecchio alcol test agli avventori.

Infine, alla Magione, in un pub di piazza Sant’Euno, per la diffusione di musica ad alto volume, il titolare è stato denunciato per disturbo della quiete pubblica con conseguente sequestro delle apparecchiature musicali; era sprovvisto anche della relazione fonometrica e non aveva esposte le tabelle alcolemiche e gli orari dell’attività. Sono scattate sanzioni per circa 1.200 euro.