Palermo-Cosenza 2 a 1, i rosa vincono in zona Cesarini e salgono in vetta

0
9
palermo-cosenza

Palermo-Cosenza va ai rosanero in quella che in altri tempi sarebbe stata chiamata “zona Cesarini”. Finisce 2 a 1 per l’undici di Stellone che si proietta al primo posto in classifica, anche se questa volta i rosa hanno sofferto molto prima di domare un Cosenza ben messo in campo e insidioso in contropiede.

Il Palermo fa girare il pallone in cerca di spazi, ma il primo brivido è tutto per i tifosi rosanero: Mungo approfitta di un erroraccio di Struna e serve in area sulla sinistra Maniero, diagonale dell’attaccante con palla che fa la barba al palo con Brignoli impotente.

La risposta dei padroni di casa al 15: cross da sinistra di Aleesami e stacco di testa in anticipo di Moreo che non trova la porta. Al 21′ rosanero insidiosi con un perfetto calcio di punizione di Trajkovski che sfiora il palo alla sinistra del portiere. Il primo tempo scivola via senza sussulti.

Nella ripresa al 4′ occasione per Moreo che entra in area e prova un diagonale inguardabile. All’11’ numero di Nestorovski che controlla di sinistro e conclude di destro, palla di poco a lato. Ancora il macedone al 14 che raccoglie un suggerimento di Aleesami ma spara altissimo. Al 16′ la replica del Cosenza con una conclusione a giro di Tutino con palla di poco a lato.

Al 26′ occasione per Baclet che da posizione defilata calcia su Brignoli. Al 32′ Palermo in vantaggio: angolo di Trajkovski e stacco di testa vincente di Salvi, completamente dimenticato in mezzo all’area dagli avversari. Passano meno di nue minuti e il Cosenza pareggia: cross di Garritano e colpo di testa dell’indisturbato  Baclet che supera l’incolpevole Brignoli.

Stellone non si accontenta e lancia ancora una volta Puscas nella mischia. Al 40′ traversa piena dell’attaccante appena entrato con una conclusione potente. Al 43′ altra occasione per Falletti e palla alta di pochissimo. Al 45′ il gol partita: Aleesami serve Nestorovski che con un pallonetto supera Saracco e sulla linea tocca Puscas che insacca. Al 7′ di recupero il Cosenza resta in dieci per l’espulsione di Idda che stende Falletti lanciato a rete.

PALERMO (3-4-1-2): Brignoli 6; Bellusci 6 (24′ st Falletti 6.5), Struna 6, Rajkovic 6; Salvi 6.5, Murawski 6 (36′ st Haas sv), Jajalo 6, Aleesami 6.5; Trajkovski 6; Moreo 6 (31′ st Puscas 7), Nestorovski 6.5. In panchina: Avogadri, Pomini, Accardi, Embalo, Chochev, Fiordilino, Szyminski, Mazzotta, Pirrello. Allenatore: Stellone 6.5

COSENZA (3-4-1-2): Saracco 6; Idda 6, Dermaku 6, Pascali 6; Corsi 6, Palmiero 6, Mungo 6 (39 pt Varone 6), Legittimo 6; Garritano 6; Maniero 6.5 (21′ st Baclet 6.5), Tutino 6 (35′ st Di Piazza sv) In panchina: Cerofolini, Bearzotti, Verna, Salines, Baez. Allenatore: Braglia 6.

ARBITRO: Illuzzi di Molfetta 6.

RETI: 32′ st Salvi, 34′ st Baclet, 45′ st Puscas.

NOTE: Giornata piovosa, terreno allentato. Spettatori: 4.513. Espulsi: 50′ Idda per fallo su chiara occasione da gol. Ammoniti: Murawski, Mungo, Bellusci, Jajalo, Garritano, Struna, Pascali. Angoli: 4-3 per il Palermo. Recupero: 2′; 5’+2′. (Tabellino a cura dell’Agenzia Italpress)