Palermo: domenica disinnesco bomba in zona porto, in 8.000 fuori casa

0
38

Sono 8.000 circa i cittadini palermitani residenti della zona del Porto che domenica 13 dovranno temporaneamente lasciare la propria casa per consentire, in sicurezza, le operazioni di disinnesco della bomba di aereo ancora inesplosa e risalente alla II guerra mondiale.

Sono 63 – tra strade, vie, piazze e cortili – le zone da evacuare in un raggio di 400 metri dal punto in cui si trova la bomba. La bomba, un ordigno bellico di 600 libbre (272 chili, di cui 100 di esplosivo) è stato ritrovato in un fortino nascosto dall’erba all’interno del Porto, durante i lavori per il Passante Ferroviario. Le operazioni di disinnesco saranno curate dal reggimento Genio guastatori dell’Esercito.

Il provvedimento di evacuazione, firmato dal sindaco di Palermo Leoluca Orlando, è in vigore domenica dalle 6 alle 9 e fino al termine delle operazioni. La “zona rossa” nella mappa diffusa dal Comune è quella che comprende l’area da via Crispi verso il mare e tutto il sedimento portuale. A monte di via Crispi, invece, la “zona gialla” in cui ci sono 2.512 famiglie residenti (circa 5.600 persone), più circa 1.700 domiciliati non residenti. Ricadono nella zona anche quattro case di cura e 120 portatori di handicap.

Il Comune ha predisposto tre centri di accoglienza: allo Stadio Comunale, al Pala Uditore e al Pala Oreto e un centro raccolta a piazza Sturzo da cui partiranno le navette gratuite Amat verso i tre punti di accoglienza, oltre ai mezzi della Protezione civile.

I cittadini interessati dall’evacuazione, dovranno chiudere o disattivare contatori del gas e dell’acqua; portare con sé i medicinali di bisogno, documenti e quanto strettamente necessario; aiutare chi ne ha bisogno, specialmente anziani e persone con disabilità; lasciare aperti, dal primo piano in su, vetrate e infissi in vetro, chiudendo pero’ serrande e persiane. Nel rispetto delle norme di contenimento dell’emergenza Covid-19, dovranno indossare la mascherina facciale di protezione e mantenere il distanziamento sociale, durante le operazioni di allontanamento dalla propria abitazione.