Palermo, ecco il primo acquisto: è il giovane trequartista macedone Aleksandar Trajkovski, sostituirà Dybala

0
21

 

Eccolo il primo “colpo” del Palermo 2015/2016: dal prossimo primo luglio il trequartista macedone, di 22 anni, Aleksandar Trajkovski, che gioca in Belgio con lo Zulte Waregem, vestirà i colori rosanero. Il giovane che è già in forza alla nazionale macedone sottoscriverà un contratto biennale. La conferma arriva direttamente dal presidente Maurizio Zamparini: “Abbiamo l’accordo col procuratore, ma ovviamente potremo ufficializzare il tutto solo a stagione conclusa. Con la partenza di Dybala dobbiamo muoverci per l’attacco non verrà qui per sostituire Vazquez”.

Nel frattempo, in vista della partita di campionato, domenica al “Barbera” contro l’Atalanta a parlare è il difensore Andrea Rispoli, tra i pupilli di Iachini, intervenuto in conferenza stampa. : “Per noi la prossima partita vale tanto per finire il campionato nella parte sinistra che è l’obiettivo che ci siamo dati tutti insieme. Il Cagliari può tifare per noi per le chance salvezza, ma sia noi che loro che l’Atalanta abbiamo i nostri obiettivi. Pur essendo cresciuto nel Brescia non sento questa partita come un derby”.

“Il mio obiettivo è restare a Palermo anche per i prossimi anni – aggiunge Rispoli – ma prima devo pensare a fare bene e fare più punti possibili nelle prossime partite. Bisogna fare il meglio possibile, essere a disposizione della squadra. Oggi – prosegue il terzino – non posso fare una valutazione sulla mia stagione, sto disputando ottime partite e sono contento, ma le valutazioni le faremo a fine anno. È il mio secondo anno in A e soltanto cinque anni fa ero un ragazzino. Certo, a quattro partite dalla fine, si può dire che è stata un’annata positiva.  Ci terrei tanto a segnare – continua Rispoli – in serie B ho fatto diversi gol, in serie A ancora no. Ci sto provando, se arriva la rete sono contento, altrimenti va bene comunque se facciamo delle buone prestazioni”.

Infine, nessuna concorrenza da parte di Quaison: “Può fare veramente bene in questa squadra – conclude Rispoli – è giovane e ha velocità. Può giocare anche esterno, ha gamba e può darci un aiuto importante. Per noi è una pedina molto importante, anche per il prossimo anno”.

Rispoli elogia il tecnico Beppe Iachini, che l’ho ha voluto in questa squadra e che conosce molto bene: “Per me è stato molto importante, ho fatto bene con lui a Brescia e poi l’ho ritrovato alla Sampdoria, dove ha messo a disposizione la sua esperienza. Qui sto ancora migliorando, mi sta dando tanto e devo ripagare la sua fiducia. Con gli anni si è perfezionato rispetto al passato, l’ho trovato molto migliorato e più esperto”.

Iachini non si tocca, parila di Zamparini. Intervistato dal “Secolo XIX”, il presidente ha parlato del futuro del suo tecnico: “Il nostro allenatore non andrà alla Sampdoria nemmeno se mi danno 50 milioni di euro. Ha un contratto di un anno, più un secondo rinnovo automatico e vogliamo valutare con lui ogni tipo di prolungamento. Con Ferrero i rapporti sono buoni, abbiamo chiarito la questione legata a Barreto e tutto è tornato alla normalità”. Poi anche il portiere Viviano: “Se la Samp lo vuole, deve pagare la clausola di riscatto concordata, anche in tre o quattro rate. È impossibile fare sconti sul riscatto, è già tutto nero su bianco. Se la Samp non dovesse pagare, saremmo contenti e orgogliosi di riavere Viviano in squadra”.