Palermo – Empoli 2-1. I rosa vincono e mandano in Serie B anche i toscani

0
23
Ilija Nestorovski
Ilija Nestorovski
 (Photo by Tullio M. Puglia/Getty Images)

Il Palermo piange la retrocessione e condanna anche l’Empoli, prova maiuscola degli uomini di Bortoluzzi che battono i toscani per 2-1 trascinandoli a forza in Serie B. Di Nestorovski ed Henrique le reti dei padroni di casa che condannano gli ospiti

Clima da ultimo giorno di scuola avvelenato allo stadio Barbera dove, per il match contro l’Empoli, non sono presenti nemmeno gli abbonati dopo una stagione senza emozioni, carica di beffe. Per l’ultimo match in A dei rosanero Bortoluzzi sceglie ancora Fulignati in porta coperto da Cionek, Gonzalez e Goldaniga, sulle fasce Rispoli ed Alesaami; a centrocampo ci sono Ruggiero, Jajalo, Chochev con Diamanti a supporto di Alesaami.

Dall’altra parte i toscani provano a difendere la permanenza in massima serie capitanati dall’ex Maccarone.

Scorre via il primo tempo con il Palermo che difende discretamente e si affida a Fulignati come ultimo baluardo per proteggere il pari.

Partono meglio i rosanero con Nestorovski che all’11’ tenta di battere il portiere ospite con un pallonetto.

Al 26’ Krunic ci prova incontrando la grandissima reazione di Fulignati che difende bene la porta.

Ancora il portiere rosanero si supera dieci minuti dopo su un calcio di punizione dal limite dell’area battuto da Zajc, palla in angolo.

Rischia tantissimo il Palermo che favorisce una nuova conclusione dell’Empoli grazie ad uno svarione di Gonzalez che lascia totalmente libero ilsuo diretto avversario, palla fuori.

Rizzoli non concede recupero, squadre negli spogliatoi dopo 45’ esatti.

Riprende la gara: al 51’ Rispoli gode di un rimpallo e prova a calciare verso la porta, conclusione ribattuta.

Al 57’ occasionissima  per l’Empoli: Maccarone è solo davanti la porta ma, inspiegabilmente, prova l’assist in mezzo. Goldaniga libera.

Un attimo dopo Thiam prova la conclusione, Fulignati si supera ancora. Fuori Maccarone, dentro Marilungo. Cambiano anche i rosanero: fuori Ruggiero, dentro Bruno Henrique. Poi ancora l’Empoli manda in campo Pucciarelli al posto di Zajc.

Al 68’ Krunic ha l’occasione per portare avanti i suoi ma chiude troppo l’angolo di tiro mandando la palla fuori. Al 73’ fuori, fra i fischi Jajalo, dentro Balogh.

Al 76’ bellissima azione dei rosanero con Rispoli che crossa per Nestorovski che di testa insacca. Un attimo dopo Nestorovski è solo davanti Pelagotti, il centravanti prova il cucchiaio ma l’estremo difensore toscano si oppone.

Fuori Diamanti, dentro Lo Faso all’82’. All’84’ suicidio Empoli con la difesa che regala la palla a Bruno Henrique che pesca Pelagotti fuori dai pali e lo beffa con un pallonetto: 2-0.

Accorcia l’Empoli all’85’ con Krunic di testa: 2-1. Rizzoli concede 4′ di recupero.

Formazioni:

PALERMO: 68 Fulignati; 15 Cionek, 12 Gonzalez, 6 Goldaniga; 3 Rispoli (cap.), 61 Ruggiero (60’ 25 B. Henrique), 28 Jajalo (73’ 22 Balogh), 18 Chochev, 19 Aleesami; 23 Diamanti (82’ 98 Lo Faso); 30 Nestorovski. A disposizione: 1 Posavec, 55 Marson, 8 Trajkovski, 9 Silva, 20 Sallai, 44 Sunjic, 70 Giuliano, 89 Morganella. Allenatore: Diego Bortoluzzi.

EMPOLI: 23 Pelagotti; 2 Laurini, 6 Bellusci, 15 Costa, 21 Pasqual; 33 Krunic, 8 Diousse, 11 Croce; 17 Zajc (61’ 20 Pucciarelli); 7 Maccarone (cap.) (58’ 89 Marilungo), 27 Thiam. A disposizione: 1 Pugliesi, 12 Meli, 3 Zambelli, 4 Dimarco, 5 Mauri, 9 Mchedlidze, 13 Veseli, 19 Barba, 24 Cosic, 88 Tello. Allenatore: Giovanni Martusciello.

ARBITRO: Nicola Rizzoli (Bologna). Assistenti: Riccardo Di Fiore (Aosta) – Alessandro Giallatini (Roma 2). Quarto ufficiale: Gianmattia Tasso (La Spezia). Arbitri addizionali: Michael Fabbri (Ravenna) – Claudio Gavillucci (Latina).

 

NOTE: Reti: 76’ Nestorovski, 84’ B. Henrique,86’ Krunic. Ammoniti: Diousse (E), Laurini (E), Costa (E), Diamanti (P), Alesaami (P), Bellusci (E), Chochev (P). Calci d’angolo: 0-7. Recuperi: 0’-4’.