Palermo: funzionario regionale assolto nonostante il falso curriculum

0
212

La III Sezione della Corte d’Appello di Palermo ha assolto, perché il fatto non sussiste, Gaspare Lo Nigro, accusato di truffa ai danni della Regione Siciliana, con l’obiettivo di ottenere l’incarico di dirigente generale dell’agenzia regionale per l’impiego dell’assessorato al Lavoro.

La ricostruzione dell’accusa faceva leva sulla presentazione, nel 2009, di un curriculum, in cui si attestava falsamente il conseguimento di una laurea in giurisprudenza e di un master in gestione per le risorse umane all’università Bocconi di Milano. Sebbene il curriculum fosse gonfiato, la laurea non era però necessaria per ricoprire l’incarico, da ciò il responso favorevole dei giudici.

La sentenza di condanna confermata in appello a tre anni di reclusione era già stata annullata dalla Cassazione con rinvio per un nuovo giudizio alla Corte di Appello che oggi ha definitivamente assolto Lo Nigro, difeso dall’Avvocato Marcello Montalbano, annullando la confisca e il risarcimento dei danni alla Regione riconosciuto nei gradi precedenti di giudizio.