Palermo: inquinamento del Parco Cassarà, il pm chiede condanne per 3 persone

0
126

Il pm Fabiola Furnari ha chiesto la condanna a quattro anni per Vincenzo Polizzi, responsabile della realizzazione del parco Cassarà, a due anni e mezzo Filippo e Francesco Chiazzese, due imprenditori.

I tre (che hanno scelto il rito abbreviato) finirono nell’inchiesta sullo scandalo della “discarica”, scoperta tre anni fa all’interno del parco Cassarà, assieme ad altri sette fra imprenditori, dipendenti e dirigenti comunali a cui sono contestati a vario titolo i reati di falso, omissione e disastro ambientale.

Gli altri hanno scelto il rito ordinario e sono a giudizio e il processo si sta svolgendo davanti alla terza sezione del Tribunale. A giudizio ci sono Luigi Trovato e Francesco Savarino (direttori dei lavori), Emanuele Caschetto (legale rappresentante del consorzio che ha realizzato i lavori), l’imprenditore Gianfranco Caccamo, Giorgio Parrino, Michelangelo Morreale ed Eugenio Agnello (della commissione di collaudo). (ANSA).