Palermo, l’8 marzo parte da Isola delle Femmine la 5^ edizione di “Asp in Piazza”

In programma 11 tappe e 2 "Open Day". Grazie agli screening nel 2017 sono stati diagnosticati 226 tumori. Nel 2017 sono aumentate del 33% le vaccinazioni

0
146

Il commissario dell’Azienda sanitaria provinciale di Palermo, Antonio Candela, ha presentato presso la sede di via Cusmano, la quinta edizione di “Asp in Piazza”, la manifestazione itinerante sulla prevenzione che, dal 2014, ha consentito di diagnosticare 79 tumori a bordo dei camper. Il via l’8 marzo ad Isola delle Femmine.

In totale sono in programma 11 tappe e 2 open day. Alla presentazione hanno partecipato gli undici sindaci dei comuni che ospiteranno il villaggio della salute. “Ripartiamo con lo stesso impegno e con lo stesso obiettivo degli anni scorsi – ha detto Candela -, e cioé di andare incontro alla gente nei principali luoghi di aggregazione che sono le piazze. Faremo visite ed esami per individuare e diagnosticare il tumore in una fase asintomatica della malattia. Tra marzo e giugno, percorreremo 1.050 chilometri, ma grazie ad una ‘squadra’ affiatata ed autonoma nell’organizzazione, siamo convinti di poter offrire ancora una volta un modello di sanità itinerante di grande qualità”.

Dopo il taglio del nastro a Isola delle Femmine, per una festa delle donne all’insegna della prevenzione, i camper di “Asp in Piazza” saranno il 22 marzo a Santa Flavia, il 12 aprile a Trabia, il 19 aprile a Belmonte Mezzagno, l’8 maggio a Trappeto, il 17 maggio a Ventimiglia di Sicilia, il 24 maggio a Giuliana, il 29 maggio a Piana degli Albanesi, il 5 giugno a Petralia Sottana, il 14 giugno a Pollina e, infine, il 21 giugno a Palazzo Adriano.

In programma anche due “Open Day” della prevenzione: l’11 maggio a Linosa e l’indomani a Lampedusa. Da quest’anno agli screening del tumore alla mammella, del cervico carcinoma, del colon retto e alla tiroide, oltre a quello del melanoma, si affiancano lo screening delle malattie croniche non trasmissibili e la prevenzione dei comportamenti a rischio legati a disturbi da dipendenze patologiche.

Il commissario Candela, il direttore sanitario Salvatore Russo e il direttore amministrativo Domenico Moncada hanno presentato anche il report sugli screening oncologici.

“Dal 2014 ad oggi – ha spiegato Russo – sono stati 916 i tumori diagnosticati dall’Asp di Palermo, dei quali 837 con le attività tradizionali di screening e 79 grazie all’iniziativa ‘Asp in Piazza’.

Nel solo 2017, invece, sono stati complessivamente 226 i tumori: 207 nelle sedi ‘istituzionali’ della prevenzione (183 tumori alla mammella, 15 al colon retto e 9 alla cervice uterina), e 19 a bordo dei camper (12 alla mammella e 7 alla tiroide)”.

L’anno scorso le adesioni agli screening istituzionali sono state oltre 79mila, quelle agli screening itineranti sono state 4.112. Fara’ parte in pianta stabile della nuova “Asp in Piazza” anche l’ambulatorio vaccinale itinerante che lo scorso anno ha effettuato 1.794 vaccinazioni, di cui 1.474 nelle otto circoscrizioni di Palermo e 320 in provincia.

“Sono state complessivamente 480 mila – ha sottolineato Candela – le vaccinazioni effettuate nel 2017. L’aumento delle vaccinazioni obbligatorie è stato del 33,8 per cento (dalle 84.456 del 2016 alle 113.040 del 2017, ndr), ma ancora più significativo è stato l’aumento delle vaccinazioni per morbillo, rosolia, parotite e varicella. Siamo passati dalle 26.622 vaccinazioni del 2016 alle 43.432 del 2017, con un aumento del 63,1 per cento”.

I richiami per difterite, tetano, polio e pertosse, invece, sono aumentati del 40,1 per cento, passando da 26.154 a 36.639. Durante le tappe di “Asp in Piazza” i sanitari si muoveranno con 4 camper, 12 gazebo, tavoli, sedie, panche, un gruppo elettrogeno, un mammografo digitale, un ecografo portatile, un furgone e due camion. Le iniziative sulla prevenzione dell’Asp di Palermo saranno supportate da una campagna di comunicazione.