Palermo, per la polizia municipale in arrivo i “drug screen salivari”

0
28

Arrivano i drug screen salivari per la Polizia Municipale di Palermo. Il Corpo dei Vigili Urbani di via Dogali sarà così il primo in Sicilia a dotarsi dei lettori cromatografici, in grado di rilevare l’eventuale assunzione di sostanze stupefacenti. Il lotto prevede tre lettori portatili, seicento drug screen salivari, forniti in diversi scaglioni, e sessanta kit di custodia per la raccolta del materiale analizzato. Gli agenti dotati di lettori, avranno cosi’ la possibilità di compiere in strada in pochi minuti dei test salivari, grazie al dispositivo portatile che è dotato di software per la gestione integrata dei dati, lettura cromatografica a fluorescenza e lettura QR code.

Inoltre, sarà possibile gestire l’elaborazione dei dati, utilizzando connettività wifi, bluetooth, usb per pc portatili e la stampa delle certificazioni mediante la stampante portatile da cintura. I “drug screen salivari” saranno dati in dotazione alla sezione di Infortunistica stradale ed al servizio di polizia stradale per i controlli previsti in casi di guida in stato di alterazione psicofisica per uso di sostanze stupefacenti.

Venerdì prossimo alle 10 verrà celebrata la gara per l’affidamento della fornitura dei drug screen salivari. L’importo a base d’asta è di 11.040,98 euro oltre Iva. La gara si svolgerà mediante il Mepa (Mercato elettronico per la Pubblica Amministrazione). “La Polizia municipale si dota di un importante strumento per il controllo e la repressione di comportamenti che mettono a grave rischio la sicurezza dei cittadini – affermano il sindaco e il comandante della Polizia Vincenzo Messina – Si conferma un impegno sul fronte della sicurezza stradale che spazia dalla prevenzione e dall’informazione, con i corsi organizzati nelle scuole, al controllo del territorio e la sanzione dei comportamenti rischiosi. Grazie a questi nuovi strumenti – concludono – la Polizia Municipale sarà  inoltre di supporto alla Magistratura per la gestione dei casi di eventuale omicidio stradale, reato da poco introdotto nella normativa e per il quale l’accertamento dell’uso di sostanze stupefacenti o psicotrope è elemento essenziale”.