Palermo, M5s denuncia: “Amat stralcia 48 milioni, così si dimezza il capitale sociale”

0
42

“L’Amat, per bocca del suo legale rappresentante, ha deciso di stralciare somme per 48 milioni di euro che dimezzeranno il capitale sociale e porteranno la società a registrare un’enorme perdita di esercizio nel 2017. Il Comune però non potrà ripianare prima del 2019 le perdite (prima dovrà essere presentato un nuovo piano industriale e di risanamento); per questo temiamo che ci possano essere rischi per la continuità aziendale per la nostra partecipata del trasporto pubblico locale, già provata e in crisi per la gestione non retribuita del tram”. E’ la denuncia dei consiglieri comunali del M5S a Palermo.

“L’Amat è un patrimonio di questa città e il Comune di Palermo farà quanto sarà necessario per garantire il trasporto pubblico locale ai cittadini e assicurare un futuro all’azienda e ai dipendenti”. Lo dice Dario Chinnici, capogruppo del Partito Democratico al Consiglio comunale di Palermo, aggiungendo: “Durante la seduta di ieri a Sala delle Lapidi l’Amat ha annunciato l’applicazione della direttiva del sindaco sui disallineamenti: un passaggio di cruciale importanza, dal momento che segna un cambio di passo decisivo nei rapporti tra l’azienda e il suo socio unico, che non saranno più caratterizzati dai contenziosi ma dalla collaborazione”. “L’Amat e il Comune – aggiunge il democratico – seguono un percorso comune che ha come obiettivo il mantenimento del servizio, che ovviamente passa da un piano di risanamento dell’azienda e da un nuovo contratto di servizio. Anche la Regione è chiamata a fare la sua parte, concedendo il contributo chilometrico per il tram e finanziando il biglietto unico con il trasporto ferroviario”.