Palermo: Mattarella alla mostra con le 100 medaglie degli schermidori azzurri

0
116

Il capo dello Stato Sergio Mattarella ha partecipato, a Palazzo dei Normanni, alla inaugurazione della mostra con 100 medaglie conquistate dagli schermidori azzurri allestita nel salone dei vicerè di Palazzo Reale per celebrare i 110 anni dalla fondazione Federazione nazionale scherma.

Mattarella è stato ricevuto davanti al portone di Palazzo dei Normanni dal presidente dell’Assemblea siciliana Gianfranco Miccichè, dal governatore della Sicilia Nello Musumeci, dal sindaco di Palermo Leoluca Orlando. Presenti anche il presidente del Coni Giovanni Malagò e il presidente della Federazione scherma Giorgio Scarso.

“La scherma è inserita nella società del nostro Paese. Non è uno sport artificiale ma genuino, in cui la passione fa accettare e superare i sacrifici e gli impegni richiesti dall’allenamento”. Questo un passaggio dell’intervento del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, a Palazzo dei Normanni di Palermo, per i 110 anni dalla fondazione di Federscherma. Secondo Mattarella, si tratta inoltre di uno sport in cui “la prestazione è realizzata insieme con l’avversario e con il rispetto” di quest’ultimo. Il Capo dello Stato, che ha ricordato “una incredibile rimonta di Valentina Vezzali”, ha inoltre ribadito il valore “pedagogico” dello sport di pedana, formulando alla scherma i suoi “auguri e complimenti”. Nelle parole del presidente della Repubblica anche un saluto a Irene Camber, vincitrice dell’oro olimpico a Helsinki nel 1952, presente a Palazzo dei Normanni.

“In questi 110 anni la scherma ha sempre avuto accanto l’affetto degli italiani – ha detto Mattarella -. La scherma attraverso il suo mondo, i suoi gli atleti, gli istruttori i tecnici, è inserita pienamente nella società del nostro Paese. E’ uno sport genuino, in cui la passione fa accettare e superare i sacrifici e gli impegni che richiedono l’addestramento e la pratica dello sport”, ha aggiunto Mattarella. “Non è senza significato che l’istruttore sia chiamato maestro perché c’è molto di pedagogico nella scherma, di trasmissione dei valori che questo sport immette nel nostro Paese”, ha sottolineato il capo dello stato Sergio Mattarella.

Il livello dei Campionati italiani assoluti di scherma, in programma a Palermo dal 6 al 9 giugno, “è altissimo”. Ad affermarlo è stato il presidente di Federscherma, Giorgio Scarso, nel giorno della inaugurazione a Palezzo dei Normanni della mostra “Un TesOro italiano”, allestita per i 110 anni dalla fondazione della federazione e che sarà aperta fino a domenica 9 giugno. “I campionati sono un riconoscimento a questa regione e a questa città che hanno dato grandi campioni – ha aggiunto -. Il 50 per cento degli schermidori che hanno rappresentato l’Italia alle Olimpiadi di Rio erano siciliani: si tratta quindi di un riconoscimento a una terra che ha dato, con tutte le difficoltà che conosciamo, grandi nomi a questo sport”. Ai campionati di Palermo parteciperanno 504 atleti.