Palermo Arabo-Normanna e le cattedrali di Monreale e Cefalù dichiarate patrimonio mondiale dell’Umanità

0
99

Ora è ufficiale, l’itinerario arabo – normanno che tocca Palermo, Monreale e Cefalù, è entrato nel patrimonio mondiale dell’umanità.

A Bonn si è infatti riunita la commissione Unesco che ha decretato l’inserimento di 29 nuovi siti, che si vanno ad aggiungere ai 1007 rilevati all’ultimo aggiornamento nel 2014. I monumenti che hanno ricevuto il prestigioso riconoscimento sono: Palazzo Reale, Cappella Palatina, San Giovanni degli Eremiti, la chiesa della Martorana, San Cataldo, la Zisa, Ponte dell’Ammiraglio, la cattedrale di Palermo, quella di Cefalù e il duomo di Monreale.

 

A volare nella città tedesca per l’occasione il sindaco Leoluca Orlando ed il presidente del consiglio Comunale Salvatore Orlando per i quali l’evento rappresenta “una giornata storica per Palermo”. Grande soddisfazione e merito anche per Aurelio Angelini, direttore dell’Unesco Sicilia. “È un riconoscimento alla storia e all’arte dell’isola, che può rappresentare una grande opportunità per le eccellenze produttive del territorio – ha deto Angelini – ma è anche il riconoscimento a un modello antesignano di convivenza tra popoli e religioni diverse. La Sicilia è sempre stata una terra che ha aperto le braccia allo straniero, al contrario di quei paesi che, oggi, si scontrano sulle quote di accoglienza e preferiscono ergere muri e steccati a chi fugge dalla guerra, dalla fame e dai disastri ambientali”.