Palermo, niente spazio in giunta per Scarpinato: “Esperienza del 2017 con Orlando tramontata”

0
189

Niente spazio in giunta comunale a Palermo per Francesco Scarpinato, record di preferenze alle ultime amministrative di due anni fa con 3.503 voti, tra le fila dei “Democratici e Popolari”, che inglobavano anche il Pd, e che poi alla fine del 2017 ha soltanto sfiorato l’elezione all’Ars con circa 6 mila preferenze.

“Dopo un lungo colloquio con il sindaco Orlando sui tantissimi problemi che affliggono la nostra città e sul prossimo rimpasto di giunta, pur ribadendo la stima nei confronti del primo cittadino, abbiamo riscontrato che è tramontata la visione una volta civica dell’esperienza amministrativa del 2017”. Lo afferma subito dopo l’incontro durato una quartina di minuti, lo stesso consigliere comunale Francesco Scarpinato, che probabilmente sapeva già come sarebbe finita ma che comunque è uscito molto deluso, dopo l’incontro con Orlando, il quale in questi giorni ha consultato le forze politiche che sostengono la sua giunta, in vista del rimpasto programmato.

“Non siamo in cerca di poltrone – afferma Scarpinato – ma come ‘Democratici e Popolari’ rivendichiamo la giusta rappresentanza politica nella giunta comunale di Palazzo delle Aquile. Siamo stati decisivi per l’elezione del sindaco e per la vittoria della maggioranza, ma la parte di moderati e riformisti, che mi ha eletto come consigliere comunale più votato alle scorse amministrative, non ha avuto un riconoscimento nemmeno in seno al Consiglio. Sono rammaricato – sottolinea Scarpinato – che i presupposti da cui è partito il progetto del 2017 siano mutati,  ogni anima politica che aveva sposato il progetto era una tessera di un variegato mosaico, ognuna con la propria identità, ma unite per offrire alla città una visione diversa, innovativa ed europea. Questi presupposti però sono venuti a mancare, mi attengo alla decisione del Sindaco e registro la volontà di non dare rappresentanza ai moderati, ma assicuro i palermitani e i moderati che continuerò a lavorare con impegno e dedizione per la città”, conclude Scarpinato, che ancora non ha deciso se collocarsi all’opposizione. E’ certo che, però, sarà molto difficile che possa restare tra le fila di coloro che tengono in piedi l’attuale esecutivo comunale

il sindaco Orlando ha già fatto capire che darà un assessorato al Pd, a Sinistra Comune e a Sicilia Futura.