A Palermo non ci si può ammalare, denuncia della Ugl Sanità: “Ospedali come gironi danteschi”

0
30

“A Palermo negli ospedali si sa quando si entra ma non si sa quando si esce, questo vergognoso fenomeno è paragonabile ad un girone dell’inferno di Dante”. Cosi’ Vincenzo Ginnastica, responsabile provinciale dell’Ugl Sanità di Palermo. “Riceviamo giornalmente – aggiunge – denunce da parte dei cittadini e quindi di utenti vittime di una rete ospedaliera pubblica colabrodo, testimonianze di sofferenza che non possiamo accettare, la mancanza di un adeguato turn over, quindi di nuove assunzioni e di risorse economiche da investire nella salute pubblica da parte di una politica regionale assente e inadeguata, fa di Palermo in particolare, il capoluogo della vergogna , dove non ci si può ammalare, malgrado il forte impegno profuso sul campo dagli operatori sanitari”.