Palermo, Orlando: “Autobus gratis per cittadini in regola con tasse comunali”

0
61
concorso all'amat

Autobus gratis a Palermo per chi è in regola con il pagamento delle tasse comunali. La proposta è stata avanzata dal sindaco Leoluca Orlando nel corso di un incontro con i sindacati per fare il punto sulla situazione delle società partecipate, che versano in una situazione finanziaria critica.

Orlando ha chiesto all’Amat, la società che gestisce il trasporto pubblico in città, di fare una simulazione e di dargli quanto prima un report per capire la fattibilità dell’iniziativa. Si vuol garantire il trasporto pubblico gratuito a chi paga i servizi, cercando così di combattere l’evasione di tributi comunali, a cominciare dalla tassa sui rifiuti. La Tari ha infatti percentuali record di evasione: tra i residenti più di uno su tre è moroso, un dato ancora più alto riguarda gli esercizi commerciali. E su circa 123 milioni che il Comune dovrebbe incassare dalla Tari ad oggi si arriva a circa 80 milioni, dunque, mancano all’appello 40 milioni di gettito Tari.

“La complessiva messa in sicurezza delle aziende partecipate ormai dentro la unica gestione finanziaria consolidata consente operazioni di collaborazione e scambi delle diverse aziende comunali tutti al servizio della stessa visione e dello stesso programma di servizi più efficienti. In questo scenario oggi positivamente e definitivamente mutato è possibile da un lato incentivare il trasporto pubblico che è un servizio pubblico e dall’altro contrastare la evasione per biglietti bus e tram e della Tari”. Lo dice il sindaco Leoluca Orlando motivando la proposta lanciata nel corso di un incontro con i sindacati, di garantire il trasporto pubblico gratuito a chi è in regola con il pagamento della tassa sui rifiuti.

“Ho disposto – spiega Orlando – che Amat e Rap studino una proposta che consenta a tutti i residenti nella nostra città di utilizzare tutti i giorni tutte le linee”. Per il sindaco “si tratta di una scelta di forte conferma del servizio pubblico. Stiamo valutando – aggiunge – condizioni economiche e ogni altro aspetto ritenendo comunque necessario precisare che a tale disposizione di favore possano accedere soltanto residenti a Palermo ed in regola con pagamento Tari. Le aziende Rap ed Amat faranno avere entro il prossimo gennaio dati necessari e proposte perché Giunta e Consiglio Comunale possano adottare i conseguenti provvedimenti anche con la gestione comune dei dati a fini di contrasto ad ogni forma di evasione”.

“L’idea lanciata dal sindaco è suggestiva e molto interessante. E’ logico che bisognerà studiare un percorso con l’amministrazione per arrivare a mettere a punto un sistema che potrà portare guadagni per l’Amat. Sarà necessario far bilanciare i conti. E in effetti, verrebbero meno i costi per la realizzazione dei biglietti e del personale impegnato nel settore, ma bisognerà anche recuperare risorse”, osserva Michele Cimino, amministratore unico di Amat, l’azienda del trasporto pubblico palermitano.