Palermo: passante ferroviario, martedì lavoratori in sciopero e l’opera non sarà terminata da Sis

0
83

Il passante ferroviario sarà parzialmente realizzato. Questa la notizia emersa nell’incontro fra Filippo Palazzo, responsabile territoriale di Rfi e Ignazio Baudo, segretario Feneal Uil Palermo, Paolo D’Anca segretario generale aggiunto Filca Cisl Sicilia e Francesco Piastra, segretario generale Fillea Cgil Palermo.

I sindacati con i lavoratori hanno manifestato salendo sul treno che collega la stazione Notarbartolo alla stazione Centrale di Palermo, dove sono stati ricevuti dai vertici di Rfi. “L’opera complessiva non sarà terminata dalla Sis – affermano Baudo, D’Anca e Piastra – perché i lavori relativi alle stazioni Kennedy, Capaci, Lazio e Belgio saranno riappaltati. Rfi si è fatto garante del completamento del passante, attraverso una serie di clausole previste nel crono programma che sarà firmato con la Sis”.

Feneal Uil, Filca Cisl e Fillea Cgil hanno inoltre protestato davanti alla sede della Sis di Palermo, chiedendo un incontro ai rappresentanti aziendali. “Domani le maestranze sciopereranno – dicono Baudo, D’Anca e Piastra – perché in assenza di certezze sul loro futuro non e’ ammissibile andare avanti. Sis ci convochi per discutere dei licenziamenti”.

Il 30 maggio Feneal Uil, Filca Cisl e Fillea Cgil manifesteranno a piazza Indipendenza a Palermo, davanti a Palazzo d’Orleans. “Il presidente della Regione siciliana, Nello Musumeci e l’assessore regionale alle Infrastrutture, Marco Falcone – affermano Baudo, D’Anca e Piastra – ci incontrino per fare chiarezza sul passante ferroviario e sulle altre incompiute siciliane”.