Palermo: per migliorare l’illuminazione pubblica subito 5 milioni da Regione

Il progetto è il primo a essere finanziato, in attesa che il Comune predisponga altre iniziative per spendere gli oltre 37 milioni rimanenti

0
33
illuminazione pubblica

La Regione Siciliana finanzia 5 milioni di euro al Comune di Palermo per interventi di efficientamento degli impianti di pubblica illuminazione della costa sud. Il decreto a firma del direttore generale Tuccio D’Urso, si legge in una nota, consente di realizzare un progetto dotato di fattibilità tecnica ed economica ma che era risultato in overbooking e dunque inizialmente non finanziato per carenza di risorse.

Per il governo Musumeci è stato possibile recuperarlo attingendo ai fondi dell’Autorità Urbana Palermo e Bagheria, misura che prevede appunto di erogare contributi prioritariamente ai progetti in overbooking ma già tecnicamente pronti. L’intera somma a disposizione ammonta a 42 milioni e 650 mila euro per il totale rifacimento dell’illuminazione pubblica di Palermo. Il progetto da 5 milioni è il primo a essere finanziato, in attesa che il Comune predisponga altre iniziative per spendere gli oltre 37 milioni rimanenti.

“L’assessorato guidato da Alberto Pierobon – sottolinea la nota – prosegue cosi’ la strategia di sostegno agli enti locali nell’opera di ammodernamento di impianti e reti. I primi 5 milioni erogati a Palermo consentiranno di sostituire vecchi impianti, realizzati tra gli anni ’60 e ’70, con altri dotati di tecnologia all’avanguardia che produrrà una luce qualitativamente superiore, un risparmio dei consumi energetici e una riduzione del 60 per cento delle emissioni inquinanti.

Nel dettaglio, saranno interessati complessivamente 18.750 ml di circuiti elettrici in diverse strade: via Messina Marine, via Pecori Giraldi via Amedeo D’Aosta, via XXVII Maggio, viale Dei Picciotti, via Laudicina, Corso dei Mille, Bretella laterale monte viale Regione Siciliana, via Salvatore Cappello. I corpi illuminanti sono 727, di cui 376 con lampade a vapori di mercurio da 400 W, 347 con lampade a vapori di mercurio da 250 W e 4 con lampade a vapori di mercurio da 150 W”.

Il nuovo impianto sarà dotato di apparecchi a led di ultima generazione, di Classe A++, con la previsione di almeno il 50% di risparmio energetico. Saranno inoltre usate soluzioni tecnologiche intelligenti in linea con la strategia della Smart City, come pali intelligenti abilitanti Wi-Fi, videosorveglianza, sistemi per il monitoraggio ambientale. Saranno inoltre migliorate le condizioni di sicurezza dei cittadini mediante l’adeguamento dei parametri illuminotecnici dell’illuminazione stradale e delle aree pedonali e la videosorveglianza.

“Già da alcuni mesi – commenta l’assessore comunale Maria Prestigiacomo – è stato costituito all’interno dell’Amministrazione un gruppo di progettazione ad hoc, composto da tecnici del settore dell’illuminotecnica e dell’impiantistica, finalizzato proprio a redigere i progetti per l’utilizzo dei fondi dell’Agenda Urbana. In particolare siamo al lavoro su tre progetti, che si aggiungono ai primi due da 5 milioni di euro già approvati e che riguardano la zona della costa sud della città. Un progetto riguarderà una vastissima area che va da piazza Niscemi e via dei Quartieri verso la zona nord della città, fino allo Zen, la Marinella e Sferracavallo. Un secondo progetto riguarderà invece l’intero asse della circonvallazione con le strade che l’attraversano e infine l’ultimo che interesserà la zona di Borgo Nuovo.
In questo modo potremo certamente impegnare tutte le somme che sono state concordate con la Regione”.
“Grazie alla sinergia con l’assessorato regionale per l’Energia per l’Agenda urbana e grazie agli altri fondi extracomunali su cui il Comune ha avviato la progettazione – sottolinea il sindaco Leoluca Orlando – nell’arco di 10 anni dal 2015 in poi tutta l’illuminazione pubblica della città è stata e sarà rifatta, non solo con impianti più efficienti sotto il profilo della sicurezza ma anche del risparmio e della resa luminosa. Prosegue l’impegno per innovazione e rifacimento dell’illuminazione pubblica nella città di Palermo con utilizzo di risorse proprie, regionali ed europee”.