Palermo-Pescara 3 a 0, Puscas, Murawski e Moreo lanciano i rosa in vetta

0
39
puscas

Palermo-Pescara finisce 3 a 0 con i rosanero che conquistano la vetta sorpassando gli abruzzesi allenati da Pillon. Il risultato tondo è arrivato al termine di un match che la squadra di casa ha meritato di vincere, anche se il punteggio penalizza oltre misura gli ospiti che hanno comunque dimostrato di potere competere in questo campionato di serie B.

palermo-pescaraIl Palermo scende in campo con il lutto al braccio e la partita inizia dopo un minuto di raccoglimento.  I tifosi della curva hanno accolto le due squadre in rigoroso silenzio e con due striscioni con le scritte: “Piange Palermo ricordando i suoi figli” e “Il nostro silenzio è un grido di dolore”.

Stellone sorprende tutti con uno schieramento inedito. In campo un 4-4-2 molto offensivo con Nestorovski e Puscas in attacco, Falletti e Trajkovski sulle fasce. Il Pescara è costretto a difendersi e non riesce a rendersi pericoloso.

La prima occasione della partita è per Puscas al 9′ che si presenta in area, salta Fiorillo e tira a botta sicura, la palla però viene respinta sulla linea da Campagnaro. Al 16′ ci prova Trajkovsi che sfiora il palo con una bella conclusione a giro. L’unica occasione per gli abruzzesi arriva al 25′ da fuori con Campagnaro che costringe Brignoli alla deviazione. Per il resto è solo Palermo con l’unica pecca della mancanza di precisione.

La svolta al 37′ con Puscas che non può sbagliare. Assist al centro dell’area di rigore da parte di Haas, controllo e rasoterra di piatto imparabile (nella foto l’esultanza della punta rumena).

Nel secondo tempo Pillon sostituisce Antonucci con Monachello e Del Sole per Marras. Al 7′ il Pescara si fa vedere il Pescara con un tiro insidioso di Memushaj che Brignoli blocca. Il Palermo risponde all’11’ con un tiro da fuori di Jajalo di poco alto. Gli abruzzesi attaccano, ma al 22′ il Palermo va vicino al raddoppio con Trajkovski da distanza ravvicinata, Fiorillo si salva in angolo.

Stellone dimostra ancora una volta la di avere la grande capacità di leggere la partita e alla mezz’ora sostituisce Falletti con Murawski, poi Puscas con Moreo. E proprio mentre più forte è la pressione degli ospiti alla ricerca del pareggio, arriva l’uno-due del KO.

Al 42′  Murawski fa partire un missile da venti metri e trafigge Fiorillo. Un minuto dopo Moreo sfrutta un’azione di Aleesami per Nestorovski che lascia la palla al nuovo entrato che non sbaglia. 3 a 0 e Palermo in testa alla classifica.

Il tabellino della gara

PALERMO (4-3-1-2): Brignoli 6; Bellusci 6, Struna 6.5, Rajkovic 6, Aleeami 6.5; Falletti 6 (27′ st Murawski 6.5), Jajalo 6.5, Haas 6 (45′ st CHochev sv); Trajkovski 6; Nestorovski 6.5, Puscas 7 (36′ st Moreo 6.5). In panchina: Avogadri, Pomini, Accardi, Embalo, Salvi, Fiordilino, Szyminski, Mazzotta, Pirrello. Allenatore: Stellone 6.5.

PESCARA (4-3-3): Fiorillo 6, Balzano 6, Gravillon 6, Campagnaro 6.5, Ciofani 6 (32′ st Crecco 6); Memushaj 6, Brugman 6, Machin 6.5; Marras 6 (20′ st Del Sole 6), Mancuso 6, Antonucci 5.5 (14′ st Monachello 6). In panchina: Kastrati, Farelli, Del Grosso, Scognamiglio, Elizalde, Palazzi, Perrotta, Crecco, Melegoni. Allenatore: Pillon 6.

ARBITRO: Marinelli di Tivoli 6. RETI: 37′ pt Puscas, 41′ st Murawski, 43′ st Moreo

NOTE: Serata serena, terreno in discrete condizioni. Spettatori: 9.222. Ammoniti: Mancuso, Puscas, Machin, Struna. Angoli: 11-3 per il Pescara. Recupero: 0′; 3′. (Tabellino a cura dell’Agenzia Italpress)