Palermo: “rider” Zangaloro aggredito e derubato, sospese consegne allo Zen

0
27

Un rider della steakhouse “Zangaloro” è stato aggredito sabato sera nel quartiere Zen di Palermo. A renderlo noto lo stessa azienda via Facebook sempre sabato sera. “A causa di un’aggressione ad uno dei nostri rider nel quartiere Zen di Palermo, al fine di salvaguardare l’incolumità dei nostri collaboratori, siamo costretti a sospendere le consegne a domicilio presso il suddetto quartiere – si legge -. Esprimiamo tutta la nostra solidarietà e vicinanza al ragazzo”.

Domenica un altro post dell’azienda Zangaloro ha corretto il tiro rispetto a qualcuno che l’aveva accusata di discriminazione. “In riferimento all’aggressione di ieri sera subita da uno dei nostri rider, ci teniamo a ringraziarvi per i tanti messaggi di solidarietà nei nostri confronti e soprattutto nei confronti del ragazzo – si legge su Facebook -. Ma vogliamo soprattutto scusarci con tutta la gente che popola il quartiere Zen, che è anche la casa di alcuni nostri dipendenti. Il momento di sconforto, causato anche dal susseguirsi di episodi criminali subiti nell’ultimo periodo, ci ha fatto scrivere un post di tutta fretta. A questo proposito, il nostro atteggiamento non deve essere visto come un atto di discriminazione sociale ma come un’azione di denuncia contro ogni forma di criminalità, sperando che sia da stimolo per tutti”.