Palermo sabato in campo contro il Livorno senza Nestorovski, parla Stellone

0
25
Ilija Nestorovski

Non solo vicende societarie perché sabato il Palermo torna in campo per il testa coda con il Livorno. “Sono importanti, le seguiamo ma domani abbiamo una partita molto importante e dobbiamo rimanere concentrati”, afferma il tecnico rosanero Roberto Stellone che dovrà fare i conti con un’assenza importante, quella di Ilija Nestorovski: “E’ tra gli indisponibili – conferma il tecnico -. Ha avvertito fastidio al polpaccio, faremo gli esami e vedremo. Non sarà della partita. Abbiamo delle alternative. Intanto a centrocampo rientrerà Jajalo. Ho già in testa come giocheremo le prossime partite. Ruoteremo i giocatori in organico, per gestire al meglio le energie”.

Quello che Stellone raccomanda ai suoi è di non sottovalutare l’avversario: “Non dobbiamo giocare con sufficienza. Affrontiamo un avversario reduce da una vittoria e dovremo affrontarlo con la giusta concentrazione – continua – e dovremo essere bravi a leggere ogni situazione e nel vincere i vari duelli nel corso della partita”.

Da quando è arrivato in panchina Roberto Stellone ha dato una marcia in più al Palermo raccogliendo 21 punti in 9 partite (media 2,33). “Non penso ai record personali. Ciò che mi interessa è chiudere da primo in classifica il campionato – dice il tecnico -. Sarà una partita fondamentale considerato anche i possibili vantaggi in termini di classifica che potremmo ottenere dalle altre partite”.

Ci si aspetta contro il Livorno una maggiore affluenza di pubblico dopo il cambio societario, anche se la gente resta scettica. “Ci sono partite che possono essere vinte anche grazie alla spinta del pubblico. Mi auguro di poter contare su questo fattore perché la squadra se lo merita – continua – Ogni partita ha le sue insidie. Quella di domani può sembrare un ma gara facile, ma non è così. Giocare contro la prima in classifica regala sempre grandi motivazioni. Non dobbiamo sottovalutare il Livorno”.

Il Palermo quest’anno può dire di aver ritrovato Trajkovski, che negli anni precedenti era stato piuttosto incostante: “Lui stava facendo bene anche prima del mio arrivo. Adesso sta continuando a fornire un ottimo contributo ma da lui voglio sempre qualcosa in più”. Tornando sugli acquirenti inglesi: “Li ho incontrati in sede e oggi hanno seguito l’allenamento. Ci siamo conosciuti meglio”. (ITALPRESS).