Palermo, Scapinato (FdI): “Aziende comunali diventino modello efficienza e produttività”

0
63

“Le società partecipate del Comune di Palermo devono diventare un modello di efficienza e produttività, con investimenti oculati, nuove assunzioni e la dovuta valorizzazione dei dipendenti, ma il sindaco Orlando in questi anni ha solo mortificato il personale e creato un sistema che non funziona, lanciando all’ultimo l’idea della Holding solo per coprire i problemi irrisolti”. Lo dice Francesco Scarpinato, capogruppo di Fratelli d’Italia a Palazzo delle Aquile.

“Bisogna voltare pagina e costruire la Palermo del futuro – aggiunge il consigliere Francesco Scarpinato – quella che finalmente sarà amministrata dal centrodestra: ecco perché Fratelli d’Italia venerdì 26 febbraio incontrerà i sindacati proprio sul tema delle partecipate, a cui seguirà il confronto con il mondo delle imprese”. L’incontro con Cgil, Cisl e Uil si terrà nella sede di via Bonomo a Palermo.

“La Rap è in panne, l’Amat ha tagliato gli straordinari, l’Amg ha fermato i concorsi, la Reset aspetta che finalmente vengano mantenute le promesse – spiega Francesco Scarpinato –. Il mondo delle partecipate assorbe il 40% delle risorse comunali, ma non riesce a essere all’altezza delle aspettative a causa della mancanza di programmazione da parte dell’amministrazione Orlando. Basta con le cabine di regia fasulle e con mirabolanti progetti destinati a rimanere solo sulla carta come la Holding – sottolinea il consigliere –  ci sono problemi concreti che vanno affrontati e risolti in un’ottica di sistema. Fratelli d’Italia pensa al 2022 non partendo dai nomi ma dai programmi e dai problemi reali e quello con i sindacati sarà solo il primo di una serie di incontri con le forze sociali e produttive della città su vari temi che dovranno costituire la fisionomia della città che vogliamo”, conclude il consigliere, Francesco Scarpinato.