Palermo, Scarpinato (FdI): “Presto in pensione quasi 400 vigili, Corpo va potenziato”

0
460

“L’attività del corpo di Polizia municipale a Palermo rischia di andare in tilt considerato che nei prossimi mesi andranno in pensione circa 400 unità”. Lo afferma Francesco Scarpinato, consigliere comunale e capo gruppo di Fratelli d’Italia a palazzo delle Aquile il quale in una nota sottolinea che “su mia richiesta abbiamo audito in commissione il vice sindaco e assessore al Personale del Comune di Palermo Fabio Giambrone per affrontare la delicata situazione riferita all’organico della Polizia Municipale e alla stabilizzazione di 331 unità personale Asu in servizio”.

“Siamo in una situazione di emergenza – spiega Scarpinato – soprattutto se guardiamo ai numeri in forza nella Polizia Municipale, un organico che in base alla popolazione dovrebbe essere di 2.200 unità, mentre allo stato attuale, a causa dei quasi 400 pensionamenti che avverranno nei prossimi mesi, è di 970 unità”.

“L’assessore Giambrone – prosegue Scarpinato – ovviamente era già a conoscenza della situazione deficitaria ma ha ribadito che il numerico del personale della Polizia municipale sarà oggetto di rimodulazione da parte dell’amministrazione comunale. Il Consiglio comunale, per superare la criticità, durante l’approvazione dello scorso bilancio comunale, ha approvato un emendamento finalizzato alla possibilità di bandire concorsi ad hoc”.

Inoltre, Scarpinato ha evidenziato “la delicata situazione in cui versano i 331 dipendenti Asu inquadrati dalla Regione Siciliana ma impiegati al Comune di Palermo. Ho chiesto all’assessore, in base alla legge Madia che fissa i paletti per la stabilizzazione entro il 31 dicembre 2019, qual è lo status quo, in quanto risulta che il Comune di Palermo ha inviato una nota alla Regione finalizzata alla risoluzione della situazione di precarietà in cui versano da anni queste persone”. Giambrone ha assicurato che la questione è all’attenzione dell’amministrazione e ci sono già interlocuzioni tra Comune e Regione per trovare una soluzione.