Palermo: senza autorizzazioni, sequestrato il parcheggio Panno in piazza Croci

0
224

Uno dei parcheggi ed autolavaggi più conosciuti a Palermo, Panno, di piazza Croci, è stato sequestrato dalla Polizia municipale. I nuclei Tutela patrimonio artistico e di Protezione ambientale della Polizia municipale di Palermo hanno sottoposto a sequestro penale e amministrativo l’attività di parcheggio e autolavaggio Panno, tra via delle Croci e via Giorgio Castriota.

Dai controlli è emerso che il titolare dell’attività commerciale che sorge sulle macerie della villa Liberty Deliella aveva certificazioni di validità scadute e non possedeva la cosiddetta Aua, l’autorizzazione unica ambientale, indispensabile per l’attività di autolavaggio di Panno, che opera in quell’area da decenni.

Inoltre, l’area estesa circa 1.700 metri quadrati era adibita a parcheggio di veicoli, senza le dovute autorizzazioni pur non essendo sottoposta a specifico provvedimento tutorio di dichiarazione di interesse culturale. Nell’area è presente un fabbricato storico residuo a due piani, spiegano dalla Polizia municipale, che costituiva verosimilmente la casa del custode di quella che un tempo fu la villa progettata dall’architetto Ernesto Basile nel 1898 per i principi Deliella, completata tra il 1907 e il 1909 dal costruttore Salvatore Rutelli e demolita nel 1959.

I tecnici della soprintendenza ai beni culturali hanno accertato che sono ancora rinvenibili tratti originali di cancellata in ferro battuto decorato, tratti di muratura perimetrale facilmente identificabili per elementi ancora presenti come la rifinitura sommitale ed elementi lapidei basamentali posti sul lato esterno, due piloni angolari comprensivi della rifinitura sommitale, tre ficus e due palme compatibili con l’epoca di impianto del giardino. Dentro l’area sono custoditi circa quaranta veicoli privati che saranno restituiti ai legittimi proprietari. (AdnKronos)