Palermo, Stefano Santoro aderisce a Fratelli d’Italia: “Torno a casa”

0
259

Stefano Santoro, 55 anni, avvocato penalista, già consigliere comunale e assessore nella giunta di Diego Cammarata a Palermo, aderisce a Fratelli d’Italia e “torna a casa”, dopo aver lasciato la Lega del quale era stato nominato responsabile del dipartimento giustizia. “Aderisco con grande entusiasmo a Fratelli d’Italia condividendo in toto la linea politica tracciata da Giorgia Meloni e la sua coerenza politica – dice Santoro in una nota -. Giorgia Meloni è l’unica e autentica rappresentante del pensiero di destra”. “La mia adesione a Fratelli d’Italia – prosegue – è come tornare a casa e ringrazio il segretario regionale Giampiero Cannella, il segretario provinciale Raoul Russo e il coordinatore comunale Francesco Scarpinato per l’entusiasmo e l’affetto con cui mi hanno accolto.

Ho immediatamente rappresentato ai dirigenti locali del partito – prosegue Santoro – la mia intenzione di scendere in campo per le imminenti elezioni comunali contro l’orlandismo e contro le sinistre, schierandomi a fianco dei commercianti, degli artigiani, dei ristoratori, dei titolari di bar e palestre e dei liberi professionisti abbandonati al loro destino dalla disastrosa politica dell’attuale amministrazione comunale”.

“Fratelli d’Italia cresce in Sicilia ed anche a Palermo, con numerosi nuovi e vecchi ingressi, come quello di Stefano Santoro, un amico con grande esperienza politica che torna a casa per contribuire alla costruzione di progetto di città che superi il disastro orlandiano e contribuire alla crescita del partito di Giorgia Meloni”, afferma Giampiero Cannella, coordinatore regionale di Fratelli d’Italia della Sicilia Occidentale.

“Accolgo con soddisfazione il ‘ritorno a casa’ di Stefano Santoro che conosco da oltre 30 anni apprezzando in lui la profonda passione politica e la capacità di spendersi quotidianamente al servizio della collettività”, dice Salvo Pogliese, coordinatore regionale di Fratelli d’Italia della Sicilia Orientale.

Fabio Sabbatani Schiuma, dirigente nazionale del dipartimento organizzazione di FdI, si dichiara “felice umanamente e più che soddisfatto politicamente del ‘ritorno a casa’ di Stefano Santoro, grazie anche alla saggezza di chi guida il nostro partito sul territorio, ossia l’on. Giampiero Cannella. Giorgia Meloni in tre anni l’ha ricostruita, più bella, più grande e più solida, ma c’è ancora tanto da fare e l’apporto di Santoro non poteva mancare. E si farà sentire da subito”.

“L’ingresso di Stefano Santoro – dice Raoul Russo, coordinatore provinciale a Palermo – dimostra ancora una volta come Fratelli d’Italia sia un partito che ricomprende intelligenze e professionalità e persone che hanno un radicamento sociale di spessore. Siamo estremamente felici che un uomo come Stefano Santoro sia rientrato nella grande famiglia della destra italiana”.

“Il ritorno di Stefano Santoro, al quale diamo il benvenuto, arricchisce la classe dirigente di Fratelli d’Italia, siamo un partito in continua crescita in Sicilia ed in Italia, lo dicono i numeri e l’entusiasmo che c’è attorno al progetto di Giorgia Meloni. Siamo certi di poter giocare un ruolo da protagonisti nei prossimi appuntamenti elettorali”, sottolinea Francesco scarpinato coordinatore cittadino del partito.