Palermo: stop alla Ztl notturna, il Tar sospende il provvedimento del Comune

0
66
vetrine spente nella Ztl

La Ztl notturna a Palermo questa sera non entrerà in vigore. I provvedimenti dell’amministrazione comunale, fortemente voluto dall’assessore all’Ambiente alla Mobilità Giusto Catania, sono stati sospesi dal presidente del Tar Palermo Calogero Ferlisi.

E’ stata accolta l’istanza cautelare presentata da Confcommercio Palermo e numerosi commercianti assistiti dall’avvocato Alessandro Dagnino. “Il Tar ha ritenuto, come si legge dal documento, sussistenti i requisiti di estrema gravità e urgenza per la concessione della misura cautelare” è il commento di Dagnino.

La prima sezione del Tar Sicilia a Palermo ha accolto l’istanza perché ha “ritenuto – è scritto nel decreto – che, stante l’imminente applicazione dei provvedimenti impugnati e la conseguente limitazione del traffico fin dalle ore 23 di oggi, sussistono (stante la specificità degli interessi commerciali di molti dei ricorrenti) i presupposti di “estrema gravità ed urgenza” per la concessione, nelle more dell’audizione di cui sopra, della chiesta misura cautelare interinale, con conseguente sospensione dei provvedimenti impugnati limitatamente all’avvio della cosiddetta Ztl notturna a partire da oggi”.

Nel decreto è scritto che i ricorrenti che chiedono l’annullamento della delibera e dell’ordinanza comunali sulla ztl notturna evidenziano che “il provvedimento inibisce in modo assoluto la circolazione a ben il 29,1% del parco auto circolante a Palermo, pari a 113.195 auto. La restante parte delle auto potrà accedere soltanto pagando il pass giornaliero di 5 euro, mentre solo poche categorie, essenzialmente i residenti e i lavoratori all’interno dell’area, potranno acquistare gli abbonamenti”; e che “appare evidente come la misura contenuta negli atti impugnati sia estremamente severa per le attività commerciali site in ZTL, in quanto almeno 113 mila auto con a bordo clienti potenziali, a partire dal 31 gennaio 2020, dopo le ore 23 non potranno recarsi nella zona e i potenziali passeggeri dovranno utilizzare mezzi pubblici, mentre la restante parte di auto dovrà pagare il pass giornaliero di 5 euro”.

Le parti sono state convocate nella sede dal presidente del Tar Sicilia Calogero Ferlisi per lunedì prossimo alle 12.30. La trattazione della questione Ztl notturna sarà nell’incidente cautelare in sede collegiale fissato per il prossimo 25 febbraio.

“I taxisti palermitani hanno dato grande disponibilità a supportare la Ztl notturna con un servizio che collegherà il centro della città dal parcheggio Basile, parcheggio di via Nina Siciliana e via Alcide De Gasperi con un tariffa forfettaria di 10 euro, indipendentemente dal numero di persone a bordo”. Lo annunciano gli assessori Leopoldo Piampiano e Giusto Catania che oggi hanno incontrato i rappresentanti delle cooperative di tassisti. Gli assessori hanno incontrato i tassisti prima della decisione del Tar di sospendere la Ztl notturna. “Siamo soddisfatti della collaborazione mostrata dai taxisti e siamo certi – concludono – che questa misura contribuirà a limitare la pressione veicolare in centro e sarà un supporto importante alla buona riuscita della Ztl notturna”.

“Esattamente come aveva previsto qualche settimana fa il gruppo consiliare della Lega Il Tar ha sospeso la Ztl notturna di Giusto Catania e del sindaco Orlando. Siamo soddisfatti della sospensione”, dicono dal gruppo consiliare della Lega formato dal capogruppo Igor Gelarda, insieme ad Alessandro Anello, Elio Ficarra e Marianna Caronia. “Questa è la dimostrazione che quando si fanno delle scelte sbagliate e non condivise si pagano. Adesso ci vedremo in tribunale il 25 febbraio”, aggiungono.