Palermo: sul tentato omicidio di Gioacchino Alioto alla Kalsa cala il silenzio assoluto

0
231

Si è alzato un muro di gomma, nel quartiere Kalsa di Palermo, attorno al tentato omicidio di Gioacchino Alioto, l’uomo ferito lunedì pomeriggio all’addome a colpi di pistola. Alioto è ricoverato in ospedale ed è stato sottoposto a diversi interventi chirurgici ma non è grave. I Carabinieri del Reparto operativo non sono ancora riusciti a sentirlo perché aspettano che migliori.

Intanto dalle persone sentite fino ad oggi non è emerso nessun aiuto agli investigatori. Tutti i potenziali testimoni ascoltati tra lunedì e martedì hanno negato di avere visto niente al momento dell’agguato.

“Il silenzio più assoluto…”, dice sconsolato all’AdnKronos uno degli investigatori che stanno passando al setaccio le immagini delle telecamere della zona per tentare di individuare l’uomo o gli uomini che hanno sparato a Gioacchino Alioto mentre si trovava per strada. Sentiti anche parenti e amici ma finora non sono stati d’aiuto.

Gioacchino Alioto tempo fa venne assolto dall’accusa di violenza privata in un troncone del processo che vide coinvolto l’ex capitano del Palermo Fabrizio Miccoli, condannato invece a tre anni e mezzo di reclusione per estorsione aggravata dal metodo mafioso. (Adnkronos)