Palermo-Verona, Stellone: “E’ una partita che siamo obbligati a vincere”

0
23
palermo-verona

Palermo-Verona è una partita decisiva per il futuro dei rosanero. A confermare l’importanza della gara domani al “Barbera” è il tecnico Roberto Stellone. “Con il Verona mi aspetto una grande prova, soprattutto sotto l’aspetto dell’essere squadra. Dobbiamo solo pensare alla vittoria e centrarla in qualsiasi modo. Dobbiamo credere nella possibilità di centrare la promozione diretta”.

“I veneti sono reduci da una bella prestazione. Noi dovremo andare oltre qualsiasi ostacolo ed essere più cinici – ha continuato -. Per andare in serie A dovremo vincere tutte le gare in casa ma intanto pensiamo a quella di domani. Spero che nostri tifosi ci diano una mano”.

Il tecnico poi non vuole sentire paragoni col rendimento avuto dalla sua squadra nella passata stagione. “Non serve fare paragoni del genere. In questo girone di ritorno qualcosa è venuta a mancare. Non abbiamo il tempo di pensare a queste cose. Abbiamo sette partite per andare in A direttamente. Dipende tutto da noi”.

L’allenatore torna poi sulla sconfitta rimediata contro il Pescara. “La gara di Pescara mi fa comunque essere ottimista perché abbiamo giocato una grande prestazione, anche se il risultato finale non ci è stato favorevole. Comunque, non c’è tempo per demoralizzarsi. Dobbiamo solo pensare a rimediare, perché possiamo ancora centrare il nostro obiettivo”.

Infine, Stellone prova a stemperare le polemiche sul ritardo con cui Puscas si è presentato all’allenamento di ieri. “Non c’è nessun caso Puscas. Non si è sentito bene durante la notte e aveva comunicato la sua situazione. Abbiamo deciso di farlo riposare qualche ora in più, venendo dopo all’allenamento. Non esiste nessun caso”.