Palermo: violento temporale nella notte, scatta il sistema “Early Warming”

0
70

Sono un centinaio gli interventi dei vigili del fuoco del Comando provinciale di Palermo a causa del violento temporale che si è abbattuto nella notte tra sabato e domenica sul capoluogo. Le richieste di aiuto a partire dalle 4 del mattino hanno riguardato, in particolare, diversi automobilisti rimasti intrappolati per strada e nei sottopassi.

Soccorsi nella zona di viale Regione Siciliana, piazza Indipendenza, via Imera, via Re Ruggero e via Messine Marine, all’altezza dell’ospedale Buccheri La Ferla. Ieri il Dipartimento di Protezione Civile aveva diramato un’allerta “arancione” su tutta la Sicilia Settentrionale per rischio idrogeologico e temporali. Pompieri sono stati al lavoro con sopralluoghi e verifiche in appartamenti e abitazioni in cui la pioggia ha provocato infiltrazioni d’acqua e la presenza di crepe per verificare la stabilità delle strutture.

“Oggi è entrato in funzione a Palermo per la prima volta dopo un importante fenomeno temporalesco, il sistema Early Warming, fortemente voluto dall’amministrazione comunale e installato da Amap dopo il violento nubifragio che a luglio dell’anno scorso aveva allagato i sottopassaggi della città. Grazie al sistema di alert, collegato alle sale operative, la Protezione civile del Comune, la Polizia Municipale, Rap e Reset sono intervenute tempestivamente chiudendo la viabilità ed evitando, dunque, situazioni di pericolo”. Lo ha detto il sindaco Leoluca Orlando.

Il sistema è sempre in funzione ed è possibile monitorarlo registrandosi all’app Amap Early Warming. “Dopo l’alluvione del 2020, grazie all’aiuto di Amap, lo scorso ottobre è stata messa a punto questa tecnologia che oggi si è rivelata fondamentale. Ringrazio Amap per il lavoro svolto e tutte le maestranze che oggi sono intervenute preventivamente evitando più gravi conseguenze”, ha proseguito Orlando.

“Il sistema Early warning installato da Amap nei cinque sottopassi della città e in altre zone più sensibili è entrato correttamente in funzione e tramite i collegamenti programmati ha permesso l’attivazione dei relativi alert presso le sale operative collegate. Che sono intervenute chiudendo la viabilità lì dove era necessario”, ha aggiunto l’amministratore unico di Amap Alessandro Di Martino.