Parte dal Golfo di Mondello la XVI edizione della regata Palermo-Montecarlo

0
16
Palermo-Montecarlo

Domani alle 12 dal Golfo di Mondello partirà la sedicesima edizione della regata internazionale d’altura Palermo-Montecarlo organizzata dal Circolo della Vela Sicilia con la collaborazione dello Yacht Club de Monaco e dello Yacht Club Costa Smeralda.

La flotta sarà composta da 54 imbarcazioni di classe diverse, fra le quali 30 straniere provenienti da 12 nazioni. La regata torna dopo un anno di stop per la pandemia. “Siamo davvero molto soddisfatti di questo enorme riscontro di partecipazione – dice il presidente del Circolo della Vela Sicilia, Agostino Randazzo – soprattutto se consideriamo il periodo, complicato per tutti, e le notevoli difficoltà di spostamento che chiunque è costretto ad affrontare. C’è tanta voglia di vela e c’è tanta voglia di Palermo-Montecarlo, che più di ogni altra regata rappresenta una sfida vera, dove la tradizione della marineria incontra il progresso, grazie alla presenza di barche dell’ultima generazione e di famosi velisti”.

Alla presentazione della regata ha partecipato anche il presidente della Federvela, Francesco Ettorre, alla prima uscita pubblica dopo la vittoria della medaglia d’oro alle Olimpiadi di Tokyo con l’equipaggio Tita-Banti nel catamarano misto Nacra 17.

La Palermo-Montecarlo è tappa del Campionato Italiano Offshore della Federazione Italiana Vela e dell’IMA Mediterranean Maxi Offshore Challenge. Fra i favoriti Arca SGR del Fast and Furio Sailing Team, armato da Guido e Adalberto Miani dello Yacht Club de Monaco con lo skipper Furio Benussi.

L’organizzazione della Palermo-Montecarlo si è attenuta alle regole per il contenimento della pandemia da Covid-19: nel pomeriggio gli equipaggi saranno tutti sottoposti a tampone rapido per la rilevazione del Coronavirus. A garantire lo screening i medici della struttura commissariale guidata da Renato Costa e il Corpo Militare Acismom (Associazione dei Cavalieri Italiani Sovrano Militare Ordine di Malta) Speciale Ausiliario dell’Esercito Italiano.