Pd in frantumi conquista la poltrona di deputato segretario con Dipasquale con i voti del centrodestra

0
63

Centrodestra che all’Ars va in soccorso del Pd in frantumi. I dem entrano nell’ufficio di Presidenza dell’Ars grazie ai voti della maggioranza che regala 34 voti al ragusano Nello Dipasquale.

Alfio Papale di Forza Italia, Nello Di Pasquale del Pd e Stefano Zito del M5s sono stati eletti deputati segretari nella seduta dell’Assemblea regionale siciliana, rispettivamente con 36, 34 e 19 voti (5 schede bianche, 1 nulla). Si completa coì l’ufficio di presidenza che comprende, oltre al presidente Gianfranco Miccichè, anche i due vicepresidenti Roberto Di Mauro e Giancarlo Cancelleri e i tre questori Giorgio Assenza di #diventeràbellissima, Giuseppe Bulla dell’Udc e Salvatore Siragusa del M5S. Il Movimento cinque stelle, il primo gruppo all’Ars con 20 deputati, ha quindi tre componenti (oltre al segretario, un questore e un vicepresidente) e due Forza Italia.

La maggioranza di centrodestra per l’elezione dei deputati-segretari ha votato dunque il proprio candidato Alfio Papale (Forza Italia) e ha dato la seconda preferenza al renziano Nello Dipasquale. La decisione di soccorrere il Pd permettendo ai dem di entrare nell’ufficio di Presidenza grazie all’elezione di Nello Dipasquale con i voti del centrodestra, apre una polemica interna alla maggioranza. Ad alzare la voce sono i tre deputati di Fratelli d’Italia, rimasti fuori. I parlamentari hanno deciso di non votare per i deputati indicati dalla coalizione per questori e segretari.

 “Alla fine è venuto un ufficio di presidenza molto buono, con tutte persone serie. Credo che sia un buon inizio”. A dirlo è stato il presidente dell’Assemblea regionale siciliana Gianfranco Miccichè.

“Siamo entrati con forza nella stanza dei bottoni dell’Ars e la nostra presenza sarà la presenza dei cittadini nei luoghi in cui si decidono la spesa e il costo di questa Assemblea. Saranno fondamentali per noi le battaglie relative alla spesa dei soldi pubblici. Sarà questo il ruolo fondamentale che svolgeranno Giancarlo Cancelleri, Salvatore Siragusa e Stefano Zito”. Lo ha detto Valentina Zafarana, deputata del Movimento cinque stelle all’Assemblea regionale, conversando con i giornalisti. In riferimento all’annuncio del presidente dell’Ars, Gianfranco Miccichè, di eliminare il tetto degli stipendi dei dirigenti a partire dall’1 gennaio, Zafarana ha sottolineato che “c’è una norma nazionale che va applicata. La materia andrà affrontata comunque nel solco della spending review avviata”.

L’aula è stata rinviata a venerdì, alle 10, per la formazione delle commissioni, che poi eleggeranno al proprio interno gli uffici di presidenza.