Peculato: a giudizio ex componente cda dell’Istituto sordomuti di Palermo

0
30

Torna per la seconda volta davanti al Tribunale, Ciro Sucato, ex componente del cda dell’istituto per sordomuti di Palermo, accusato di peculato. Lo ha rinviato a giudizio il gup Maria Cristina Sala, il processo comincerà il 4 novembre.

Sucato, assistito dall’avvocato Enrico Tignini, era stato condannato in primo grado – nel 2012 – a quattro anni, assieme ad Alfredo Oneto, altro ex componente del cda del centro, e Vito Inghilleri, segretario. Il processo era una delle tranche dell’inchiesta sull’irregolare gestione delle casse dell’istituto – ora chiuso – finanziato dalla Regione. In secondo grado, nel 2015, la corte d’appello ha pero’ annullato la condanna nei confronti di Sucato per violazione dei diritti della difesa, in quanto era stato nominato un difensore d’ufficio pur avendo indicato un difensore di fiducia.

Così il processo torna, ad un anno dalla prescrizione del reato, in Tribunale. Per gli altri reati contestati – come l’associazione a delinquere – il pm ha chiesto non doversi procedere per la prescrizione.