Piantagione di marijuana scoperta tra le fognature dello Zen. VIDEO

0
22

Nascosta sottoterra, tra i cunicoli delle fognature, in uno dei quartieri più impenetrabili della città: è qui, nel sottosuolo dello Zen, che la polizia ha scoperto una vera e propria piantagione di marijuana.

Le piante – 77 in tutto quelle rinvenute dagli agenti – si trovavano in un locale murato e accessibile soltanto attraverso stretti cunicoli in corrispondenza dei padiglioni di via Fausto Coppi. Ma arrivare fin qui per gli uomini del commissariato S. Lorenzo è stato tutt’altro che facile.

Le indagini sono scattate da un controllo in una baracca della zona e sono andate avanti come in un gioco di “scatole cinesi”: a insospettire gli agenti, il fatto che nella struttura fatiscente vi fosse una porta, che dava accesso a uno sgabuzzino contenente contatori (per altro frutto di allacci abusivi). Nel locale, a sua volta, c’era un muro visibilmente recente, costruito con blocchi di tufo. E al di là del muro ancora un altro ambiente, scoperto grazie al fiuto delle unità cinofile.

Per raggiungerlo i poliziotti hanno dovuto percorrere gli stretti cunicoli di grate che, finalmente, hanno rivelato la rigogliosa piantagione. E’ bastato abbattere parte del muro di tufo, perché i poliziotti presenti all’interno della baracca si ricongiungessero con quelli giunti nella serra indoor attraverso i cunicoli.ù+

Le piante, alcune delle quali ad alto fusto, erano coltivate grazie a un sistema termo-idroelettrico che garantiva il microclima giusto, alimentato da un apparato di illuminazione e un voluminoso condizionatore.

E’ scattata la denuncia per la coppia di coniugi proprietaria del magazzino: devono rispondere di produzione di sostanze stupefacenti.
Quanto ai contatori abusivi, si è scoperto che oltre ad alimentare la serra fornivano energia elettrica anche ad altre quattro famiglie residenti in via Fausto Coppi.

Le indagini proseguono per chiarire se i coniugi fossero il primo anello di una organizzazione più ampia dedita alla produzione e poi allo smercio di droga.