Politiche, la critica interna al Pd di Cracolici e Berretta che parla di “sconfitta bruciante”

0
39
nicola zingaretti

“In Sicilia più che altrove il Pd è apparso un autobus, in alcuni collegi c’erano candidati che non avevano nulla a che fare con la nostra storia. Molti dei nostri elettori non hanno votato (nell’Isola c’è stata la più alta percentuale di astenuti) o hanno votato per il Movimento 5 Stelle. L’errore politico più grande è stato fare perdere l’identità al Pd, imporre una mutazione genetica al partito: grande responsabilità l’hanno avuta il segretario nazionale Matteo Renzi e il suo proconsole in Sicilia Davide Faraone”. Lo ha scritto Antonello Cracolici, parlamentare regionale del Pd, sul suo profilo facebook a proposito dell’esito delle elezioni politiche.

“Il voto ci consegna una sconfitta chiara per il Partito Democratico, una sconfitta bruciante. Di fronte a dati così netti, non si può che prendere atto di un fallimento che certamente fa male, anche alla luce dei risultati ottenuti in questi anni dai governi di centrosinistra. Ma gli elettori hanno sempre ragione ed è evidente che il Pd dovrà cambiare rotta”. Lo afferma il deputato uscente del Pd Giuseppe Berretta.

“E’ stata una campagna elettorale difficile ma emozionante”, aggiunge Giuseppe Berretta ringraziando “tutti coloro che si sono impegnati al mio fianco, che mi hanno sostenuto e che mi hanno dato fiducia” e facendo le sue “congratulazioni a Laura Paxia del Movimento 5 Stelle, che ha vinto nel collegio uninominale di Catania. Spero – conclude Giuseppe Berretta – che metta il massimo impegno nel rappresentare al meglio il nostro territorio”.