Politiche: la Lega di Salvini conquista un ottimo risultato anche in Sicilia

0
180
lega in sicilia

Tra le novità del voto, oltre al successo travolgente del Movimento 5 stelle, c’è sicuramente l’affermazione della Lega di Salvini ormai vero e proprio partito nazionale, forte di percentuali importanti anche al Sud. La Lega si conferma e si supera in Sicilia.

Alle Regionali aveva incassato il 5,6% e un deputato all’Assemblea regionale, ma il 5 novembre si era presentata insieme con Fratelli d’Italia a sostegno di Nello Musumeci, dando sostanza al “Patto dell’arancino”. Adesso da solo, il partito di Matteo Salvini conquista circa il 5,5%, che vale ben il 7% – rivendicano i leghisti – nella Gela (Caltanissetta) dell’ex governatore Rosario Crocetta.

Numeri che piazzano a questo punto la Lega sopra Fratelli d’Italia, dove erano stati inseriti gli uomini di Musumeci, con una performance migliore anche rispetto a partiti di maggiore tradizione e presenza nell’Isola come l’Udc.

Anche in Puglia la Lega può vantare percentuali intorno al 6%, assolutamente impensabili solo qualche mese addietro, con l’appoggio di due parlamentari uscenti ex-fittiani e due consiglieri regionali passati, prima del voto con la Lega. Va peraltro sottolineato come lo stesso Salvini sia stato più volte in Puglia, anche prima della campagna elettorale, a sostegno con quello che solo fino a qualche mese addietro era solo uno limitato gruppo di sostenitori.

Se il Movimento 5 stelle è in assoluto il primo partito in Campania, con un 52,4% per ora di consensi, è senza dubbio la Lega di Matteo Salvini ad avere la crescita maggiore in questa regione del Sud. Rispetto al 2013, infatti, quando ancora il suo simbolo inglobava la dicitura “Nord” un po’ ostica ai meridionali, la Lega decuplica i consensi, passando da 10/12mila voti, cioè lo 0,62%, a oltre 150mila. Ed è votata soprattutto in Campania 2, nel collegio che comprende Caserta, territori nei quali c’è stata anche una azione profonda di rinnovamento della dirigenza, attraverso l’azzeramento prima e il rinnovamento poi del coordinamento provinciale. Ma anche ad Avellino. Zone nelle quali lo stesso Salvini è andato in tour durante la sua campagna elettorale, venendo anche contestato, ma facendo comunque un pienone di presenze in piazze e teatri. (AGI)