Poste Italiane con un “murale” veste di nuovi colori Lampedusa

0
52

Inaugurato oggi a Lampedusa il murale che veste di nuovi colori l’ufficio postale in piazza Piave 1. L’opera, realizzata dall’artista Astro Naut, si inserisce nel quadro del progetto “Poste e Artisti Insieme nel Territorio”, che ha l’obiettivo di promuovere il genio creativo di giovani artisti e le diverse forme d’arte per rendere ancora più accoglienti i luoghi di aggregazioni delle comunità.

La realizzazione del murale, dunque, si coniuga con i valori di prossimità che ispirano l’azione di Poste Italiane e sposa la propensione dell’Azienda a investire nell’innovazione per semplificare l’offerta di servizi al cittadino.

L’opera vuole rappresentare l’incontro: gli esseri umani come uguali, condividono un piccolo luogo chiamato Terra, che fa parte di un universo infinito. Un bisogno di condividere il pianeta, curando e aiutando chi è nel bisogno. Astro Naut vuole rappresentare una metafora della necessità di vivere in pace e armonia, senza confini o barriere, annullando le differenze create soltanto dalla mente.

Antonino Foti, responsabile area territoriale Sud 2, si dice “orgoglioso di come la comunità ha accolto l’iniziativa a conferma che Poste Italiane, grazie all’operato dei nostri colleghi, è un riferimento per tutti. E’ proprio ai nostri colleghi, alle istituzioni e ai cittadini lampedusani che l’Azienda dedica questa opera dal titolo “L’incontro e le mani tese”, in segno di riconoscenza e gratitudine per i valori di pace, accoglienza e solidarietà che dimostrano ogni giorno. Questo murale è il segno tangibile che l’Azienda sta cambiando davvero, non solo attraverso la tecnologia

e i nuovi servizi digitali ma anche attraverso iniziative che valorizzano il territorio anche con nuove forme d’arte. La scelta di Lampedusa conferma che l’inclusione sociale, a maggior ragione in questo territorio, è un valore sostenuto davvero da tutti noi”, conclude Foti.

Alla cerimonia di presentazione del murale oltre al sindaco di Lampedusa Giusi Nicolini ha partecipato la band di musica popolare “Mamma Li Turchi”, nota per avere suonato la musica della colonna sonora del film di Gianfranco Rosi “Fuocoammare”. I tre musicisti lampedusani Andrea Palmeri, Giuseppe Fragapane e Dino Cappello si sono esibiti in un repertorio natalizio accompagnando nel canto i bambini delle scuole elementari.