Una preghiera del vescovo Corrado Lorefice per vincere l’omofobia

0
108
Il vescovo di Palermo a Lampedusa

Una preghiera dell’arcivescovo di Palermo Corrado Lorefice aprirà la dodicesima edizione della Veglia Ecumenica per il superamento dell’omofobia che si svolgerà giovedì prossimo a Palermo.

La preghiera è stata inviata a tutti i presbiteri della diocesi invitandoli a leggerla durante le messe di sabato e domenica scorsi. Durante la veglia, che comincerà in Piazza Politeama alle 19 per concludersi con una fiaccolata nella Parrocchia di Santa Lucia al Borgo, sarà letta un’introduzione preparata dal Comitato Veglia di Palermo.

“Gesù di Nazareth, testimone delle viscere di misericordia di Dio per gli uomini, il Crocifisso risorto che libera dal peccato e dalla morte, ha fatto dell’accoglienza e del riconoscimento dell’altro il paradigma e il segno dell’irruzione del regno di Dio nel mondo – scrive Lorefice -. Mentre deploriamo con fermezza che le persone omosessuali siano state e siano ancora oggetto di espressioni malevole e di azioni violente, preghiamo perché i cristiani, attingendo con ascolto discepolare alla grazia dell’Evangelo, testimonino e annuncino, con audacia profetica, l’incondizionato rispetto dovuto ad ogni persona e denuncino ogni forma di discriminazione ed emarginazione”.

Prevista la partecipazione dell’attore Salvo Piparo che reciterà alcuni testi e della Corale Freedom Voices, della Corale San Francesco Saverio e della Corale Mauriziana. Le veglie si sono diffuse in Italia dopo la tragica morte di un adolescente di Torino, vittima di bullismo omofobo.